Availability

We are sorry, there are no rooms available at this accommodation at the moment

General

Questa pensione dispone di 3 bungalow situati su un motu privato e raggiungibili in barca dall’imbarcadero vicino all’aeroporto.

Ogni bungalow ha due camere con letto doppio, ampia terrazza, cucina attrezzata, stanza da bagno senza acqua calda, zanzariere.

Il condizionamento è garantito da un’ottimale ventilazione naturale.


 

Tipologia di camere:
Bungalow
Prezzo per persona per notte in camera doppia da € 120,00
Mezza pensione Inclusa
Trasferimenti da e per l’aeroporto € 31,00
Permanenza minima: due notti

 
Torna a Manihi

Stampa questo programma
Back to previus page

We are sorry, there are no reviews yet for this accommodation.

Manihi

Manihi

Torna all’ Arcipelago delle Tuamotu
 
Manihi, un piccolo atollo a nord est di Rangiroa, a 525 km da Tahiti, stretta banda circolare di sabbia e di corallo, con una popolazione inferiore ai 500 abitanti, offre lo spettacolo di una laguna dalle tinte magiche, circondata da una collana di isole dalle infinite spiagge di sabbia bianca, sovrastate da palme di cocco. Sul suo suolo non esistono praticamente coltivazioni. Gli abitanti vivono di pesca, copra (polpa di cocco essicata) e turismo.

Manihi è anche chiamata l’ Isola delle Perle Nere. Infatti le acque calde e chiare di questo atollo sono l’ambiente ideale per ospitare uno dei più preziosi simboli degli arcipelaghi polinesiani: la perla coltivata di Tahiti, la cui bellezza, universalmente riconosciuta, la ha resa rapidamente famosa nel mondo della gioielleria internazionale. Manihi è stata la prima isola a ospitare, fin dagli anni ’60 del secolo scorso, le fattorie di perle che le hanno conferito una fama mondiale, aprendo la via alle altre isole. Questa attività viene gestita da una società giapponese, che fa venire anche la manovalanza dal Giappone, e non costituisce, quindi, fonte di lavoro per gli abitanti dell’atollo.

L’atollo ospita anche le vestigia di antichi marae, disseminati sulla corona della barriera corallina, ma è conosciuto soprattutto per l’eccezionale qualità dei suoi fondali sottomarini. Profondo e navigabile, il canale di Turipaoa, sulla riva del quale si trova l’unico villaggio dell’atollo, è un vero paradiso per i sub, che possono lasciarsi portare alla deriva fra migliaia di cernie multicolori, pesci balestra, pesci persici e pesci napoleone, che popolano questi magnifici giardini sottomarini. Lungo le scogliere che precipitano a picco verso il fondo è facile ammirare le razze manta, che spiegano le loro maestose “velature”.

I turisti possono trovare alloggio presso le pensioni familiari dell’ isola.
 
[codespacing_light_map width="100%" height="500px" show_overlay ="no" zoom="12"]


Read more