Availability

We are sorry, this accommodation is not available to book at the moment

General

Un viaggio in Australia è da sempre il sogno nel cassetto di molti, oggi è una fantasia realizzabile. Quello che segue è una idea che vi proponiamo e che abbiamo studiato appositamente per voi, tenendo conto delle vostre esigenze e delle nostre esperienze che ci hanno dato la possibilità di conoscere questa destinazione e di saperla proporre.

PROGRAMaaaMA
Australia: il paese “downunder”. In sintesi, con una traduzione più o meno azzardata, il paese “sottosopra”. Esattamente dall’altra parte del mondo.Tanto dall’altra parte, che per effetto dei fusi orari il “domani” australiano corrisponde al nostro “oggi”, con stagioni e climi invertiti. Certamente non soltanto da questo deriva il fascino di una terra meravigliosa e unica, ma dalla considerazione che la natura non si risparmia in Australia e offre spettacoli indimenticabili ogni giorno. Animali veramente unici al mondo, deserti, foreste, spiagge, città e persone fuori dal comune. Aldilà della natura, il “nuovo mondo” offre oggi al visitatore un “lifestyle”, stile di vita, in perfetta linea con il nostro secolo. Città moderne e a misura d’uomo, una popolazione veramente multietnica e un livello di servizi assolutamente invidiabile. Un paese giovane e moderno che è pronto a mostrare al mondo il meglio di sè. Un paese grande, immenso tanto da essere un continente intero che offre talmente tanti e diversi scenari che è impossibile da descrivere in un’unica pagina, come è impossibile da conoscere con un unico viaggio. Così come diversi sono i suoi abitanti dal punto di vista di tradizioni, cultura e estrazione. Un luogo che fa della diversità una ricchezza e una fonte di benessere. Un viaggio in Australia vuol dire entrare in contatto con una realtà “sottosopra” che prima incuriosisce, poi affascina e alla fine “cattura”. Come il mal d’Africa è da sempre stato citato come un dato di fatto al quale è impossibile sfuggire, ora anche il “mal d’Australia” sta per essere certificato. Un senso di forte mancanza per quei tramonti indimenticabili nei territori aborigeni di Uluru National Park, per le passeggiate sul porto di Sydney con Opera House e Harbour Bridge a fare da cornice, per la sensazione unica di accarezzare un koala o coccolare un piccolo canguro, per la meraviglia di fronte al reef più colorato del mondo della Grande Barriera Corallina, per lo stupore nello scoprire un vino bianco della Tasmania o uno stupendo rosso di Barossa Valley, per l’eccitazione dell’avvistamento di un coccodrillo nei billabong del Kakadu National Park, per il senso di vastità dei deserti rossi del centro, per la piacevole sensazione di chiacchierare amabilmente come vecchi amici con un tizio di Melbourne che ti ha appena offerto una birra anche se ti conosce da un’ora soltanto.

L’Australia, il nuovo mondo, è questo e molto altro.

L’Australia, il nuovo mondo, è un paese immenso con tantissime cose dentro.

Non lasciatevelo sfuggire.

Giorno 1 ARRIVO A PERTH
TRASFERIMENTO AEROPORTO/HOTEL
1 NOTTI – SHERATON PERTH PRE/POST SELF DRIVE
RIVER VIEW ROOM – SOLO PERNOTTAMENTO

Una fra le città più isolate e più soleggiate del mondo. Ha un centro alquanto compatto in un’ansa del fiume Swan, con grattacieli modernissimi tutti sorti negli ultimi trent’anni affiancati a vecchi edifici vittoriani. L’aeroporto si trova a circa 40 minuti dalla città ed il terminal dei voli nazionali è a 10 km da quello dei voli internazionali.deserto
Meritano una visita: King’s Park, un vasto parco con una bellissima vista sulla città e con un giardino botanico giustamente celebre per i suoi fiori selvatici (fioritura tra settembre ed ottobre). Western Australia Museum, con un ‘interessante sezione dedicata alla storia aborigena. Underwater World, un’acquario fuori dal comune. Le spiagge, che gli abitanti di Perth considerano le migliori di tutte le città australiane.

Giorno 2 PERTH/CERVANTES
NOLEGGIO AUTO 4X4
1 NOTTE – BEST WESTERN CERVANTES PINNACLES MOTEL
DOPPIA DELUXE – SOLO PERNOTTAMENTO

1 AUTO – TOYOTA RAV 4

CONTRATTO: ASSICURAZIONE AER&ACFR CHILOMETRAGGIO ILLIMITATO – VEDI INFORMATIVA ALLEGATA
RITIRO: giorno 2 PERTH
CONSEGNA: giorno 5 PERTH APT

Si lascia Perth a bordo di un 4×4, verso il Caversham Wildlife Park nella Swan Valley, per vedere koala e canguri da vicino. Arrivo al Nambung National Park, che ospita il deserto dei Pinnacoli. Visita a piedi di una parte del deserto, che copre 404 ettari.
Necessarie scarpe comode, un cappello e macchina fotografica.

Giorno 3 CERVANTES/KALBARRI/GERALDTON
1 NOTTE – BEST WESTERN HOSPITALITY INN GERALDTON
DOPPIA DELUXE – SOLO PERNOTTAMENTO

Dopo la magnifica visione del Nambung N.P. , circa 400 chilometri piu` a nord si trova questo parco nazionale che concilia ancora splendidi paesaggi costieri con visioni rocciose tipiche delle regioni montuose.

Giorno 4 Rientro a PERTH percorrendo la Strada interna che attraversa tipici
villaggi dell’outback del western australia
1 NOTTI – SHERATON PERTH PRE/POST SELF DRIVE
RIVER VIEW ROOM – SOLO PERNOTTAMENTO

Giorno 5 /6 PERTH/AYERS ROCK
TRASFERIMENTI AEROPORTO/HOTEL E VV.
2 NOTTI – LONGITUDE 131°
CAMERA DOPPIA – PENSIONE COMPLETA

giorno56

Collocato nel cuore dell’entroterra australiano, nello stato del Northen Territory si trova Ayers Rock, una delle maggiori attrazioni turistiche dell’Australia, si tratta di un enorme masso roccioso che si erge ad un’altezza tale da essere visibile a chilometri e chilometri di distanza.
Si tratta di un luogo mistico per certi aspetti, dove venire a contatto con la reale cultura e le profonde tradizioni delle popolazioni aborigene, sono infatti assolutamente numerose le leggende che raccontano la storia e la nascita di Ayers Rock, con riferimenti al mito ed alle tradizioni più antiche, questo fa di Uluru il luogo sacro agli indigeni, luogo simbolo della loro cultura e luogo di grande importanza in termini iconografici, perché simbolo di questa etnia.
La parola Uluru è il nome indigeno con il quale viene identificato il complesso roccioso, la formazione che ci si trova di fronte ha le caratteristiche di un monolito e si presenta con peculiarità assolutamente uniche e straordinarie, capaci sicuramente di affascinare ed ammaliare il visitatore, Ayers Rock presenta infatti, se la si osserva in diversi momenti della giornata, differenti colorazioni, con sfumature che possono variare dall’oro al viola, in un insieme assolutamente unico e suggestivo.
Ayers Rock si trova all’interno del Parco Nazionale Uluru Kata Tjuta, ed oltre ad essere gestito dalla popolazione degli aborigeni, con l’etnia degli Anagu, viene controllato anche dal National Park and Wildlife che, per 99 anni, a partire dal 1985, ne avrà la comproprietà ed offrirà ai visitatori l’opportunità di scalare il massiccio per raggiungere la vetta, cosa per altro non molto gradita agli aborigeni sia perché è un luogo sacro, sia per gli alti livelli di pericolosità e le difficoltà cui si può incorrere.
Lusso. L’unico resort al confine del parco nazionale di Uluru (Ayers Rock). L’aeroporto di Ayers Rock venne inaugurato nel 1984 e nello stesso anno fu asfaltata la strada lunga 450 km che colelga Ayers Rock ad Alice Springs. Questo ha portato il numero di visitatori dai 2000 all’anno degli anni Cinquanta ai 400.000 odierni. Ma solo 30 sono ospitati al Longitude 131′.

Ayers Rock incombe all’orizzonte a 10 km di distanza e tutte le 15 camere-tenda del resort si affacciano sulla roccia attraverso una splendida finestra panoramica scorrevole, a tutta parete. In realtà non si tratta di tende, ma di piccoli padiglioni su palafitte di metallo, con pavimento in pietra e pareti solide. Un palo al centro della camera sostiene la copertura che sembra canapa, ma è di un materiale molto più resistente. Sopraelevate sul deserto coperto di erba spinifex e giovani querce del deserto, le camere mescolano lo stile coloniale ad elementi ultrmoderni; il grande letto matrimoniale kingsize si appoggia ad una partizione in laminato di legno che accoglie l’armadio; il minibar ricorda le vecchie moscarole, comuni anche nelle nostre campagne prima dell’avvento del frigorifero. Il bagno ha un grande lavabo in porcellana che pare sia fatto a somiglianza dei truogoli in cui i primi bianchi abbeveravano  i cavalli.
Ogni camera si ispira ad uno dei primi esploratori dell’outback, con quadri, lettere, fotografie, vecchie buste incorniciate e appese alle pareti. Il suggestivo suono del didgeridoo si può ascoltare con i CD messi a disposizione insieme ai libri di una piccola biblioteca.
Tutte hanno  aria condizionata, riscaldamento, bagno privato con doccia, asciugacapelli, accappatoio, presa per rasoio, telefono con linea internazionale, cassaforte, minibar, necessario per tè e caffè, lettore di CD.
Il cibo è ottimo e i pasti sono serviti ad un lungo tavolo nella bella Dune House.  Il resort ha anche una piscina.

Visite mattutine:
YULARA PULKA SUNRISE AND VALLEY OF THE WINDS
Con Uluru (Ayers Rock) e Kata-Tjuta (Monti Olga) sullo sfondo nella luce che precede l’alba, gli ospiti arrivano ad un punto di osservazione privilegiato dove la guida spiega l’importanza dei legami fra terra, famiglia ed ambiente nella tradizionale vita nomadica degli aborigeni. Dalla postazione in cima ad un’altura gli ospiti ammirano il cielo del mattino trasformarsi nei brillanti colori blu, rosso e arancione del paesaggio con vista superba su Uluru (Ayers Rock) e Kata Tjuta.
Dopo una ricca colazione si prosegue per un antico sito aborigeno, mentre la guida spiega e racconta la cultura tradizionale. Si arriva a  Kata Tjuta per una bella passeggiata nella Valle dei Venti.  Al termine rinfresco con bibite, tè e caffè prima di rientrare al resort per il brunch.visitamattutina
ECO-WALK
Alle 7 si lascia Longitude 131 per una passggiata nella natura particolarissima del parco. In fuoristrada si seguono le piste tracciate nella sabbia fino a dun belvedere che offre una vista spettacolare su Uluru 8Ayers Rock). Da qui si inizia la camminata attraverso una varietà di paesaggi desertici, fra dune, spinifex, mulga e querce del deserto. La guida illustra flora e fauna, e come ricavare cibo e medicinali dal bush, si intrepretano le tracce lasciate dagli animali notturni. Con binocoli si avvistano uccelli. Al’ombra di un tradizionale wiltja rinfresco con bibite e tè, prima di tornare al fuoristrada che riporta gli ospiti al resort.

Visite pomeridiane:
SONGLINES, SUNSET AND STARTALK
Circa 2-3 ore prima del tramonto una guida incontra gli ospiti al resort. Si attraversa l’Uluru Kata-Tjuta National Park e si raggiunge il Cultural Centre dove gli aborigeni esprimono le loro tradizioni e la loro cultura attraverso arte,a rtigianato, canzoni. Si raggiunge poi un punto panoramico privilegiato da cui si gode il trascolorare del cielo dal giorno alla sera e la comparsa delle prime stelle, accompagnando la vista con champagne e canapés. La serata prosegue con la spettacolare esperienza della cena sotto le stelle, con bracieri che riscladano l’aria, paitti a base di canguro e di emu, il suono suggestivo del didgeridoo e infine lo spettacolro del cielo stellato illustrato da un astronomo.
ULURU ‘IN GORGE’ DRAMATIC SUNSET
Circa  1½ – 2  ore prima del tramonto si parte per un’esperienza unica a Uluru (Ayers Rock). Si inizia con una breve passeggiata ai piedi di Uluru (Ayers Rock) e mentre cala il sole si raggiunge una gola tranquilla per una vista spettacolare e particolarisisma del tramonto fra le pareti di roccia. Si rientra a Longitude 131′ per la cena.
Pasti e rinfreschi durante le escursioni
Colazione e tè del mattino
Una cesta da picnic con la colazione e il tè del mattino verranno preparati per ogni coppia. Gli ordini verranno presi la sera prima con una scelta tra i piatti indicati sotto.uluru_sunset
Picnic del 1° giorno
Succo di frutta, Danish Pasties, frutta fresca, croissant freschi di forno con ripieno di formaggio e pomodoro al vino o prosciutto e formaggio, o salmone affuicato e Camembert, frutta disseccata e noci, pane ia datteri e banana, tè e caffè, bottiglia d’acqua.
Picnic del 2° giorno
Succo di frutta, muffins, frutta fresca, frittata agli asparagi e formaggio caprino oppure alla mozzarella e pomodoro, o al salmone affunicato e brie, frutta disseccata e noci, pane ia datteri e banana, tè e caffè, bottiglia d’acqua.
SOUND OF SILENCE (INCLUSA NELLE QUOTE)
Si cena sotto un miliardo di stelle nello specialissimo ristorante Sound of Silence.
Dall’hotel si raggiunge il deserto. Si sorseggia un bicchiere di champagne al suono del didgeridoo, famoso strumento musicale aborigeno, mentre il sole tramonta dietro le cupole rocciose dei monti Olga e di Ayers Rock. Si cena all’aperto con specialità australiane al barbecue. Dopo la cena un astronomo indicherà le stelle dell’emisfero meridionale.Rientro in albergo.

Giorno 7 / 8 AYERS ROCK/ ADELAIDE/KANGAROO ISLAND
NOLEGGIO AUTO IN AEROPORTO
TRASPORTO IN TRAGHETTO 2 PAX + AUTO
SEALINK DA CAPE JARVIS SU PENNESHAW A/R
2 NOTTI – KANGAROO ISLAND SEAFRONT RESORT
CAMERA OCEANVIEW – PERNOTTAMENTO E PRIMA COLAZIONE

1 AUTO – TOYOTA COROLLA

CONTRATTO: ASSICURAZIONE AER&ACFR CHILOMETRAGGIO ILLIMITATO – VEDI INFORMATIVA ALLEGATA
RITIRO: giorno 9 ADELAIDE

CONSEGNA: giorno 12 MELBOURNE

Arrivo e partenza in direzione di Cape Jarvis dopo aver ritirato la vostra auto a noleggio. Imbarco sul traghetto che, partendo dal porto situato a sud di Adelaide, conduce a Kangaroo island.

Arrivo e proseguimento in auto verso il Kangaroo Island Seafront resort. Sistemazione nella camera riservata e pernottamento.

Kangaroo Island è la terza isola in Australia per estensione, 155 chilometri di lunghezza e 55 di larghezza.
Essa presenta diverse specie di flora e fauna protette da elementi ed animali ostili, quali volpi e conigli, le quali sono specie non originarie dell’Australia. Questa specie di separazione ha consentito alla flora e fauna del posto di fiorire e prosperare, facendo di Kangaroo Island una delle mete più ricercate per le vacanze nella natura selvaggia.
Kangaroo Island è un luogo davvero spettacolare, dove potete trovare scogliere a strapiombo sul mare tempestoso, quiete spiagge, un oceano color blu sgargiante, vaste formazioni boschive di eucalipto, baie protette e calette nascoste.
giorno78Non solo gli echidna, i canguri, i koala, i wallaby ed i pinguini vivono su tutta l’isola, ma queste creature sono anche facilmente disposte all’approccio, facendo un tutt’uno con questa memorabile esperienza di contatto ravvicinato con la natura. Una visita in South Australia non può dirsi completa se non si passa qualche giorno sull’isola. Probabilmente al sentire nominare Kangaroo Island molti di voi immagineranno un’isola remota coperta di foreste che preservano varie specie di flora e fauna.
Questo è solo uno dei tanti aspetti che caratterizzano Kangaroo Island, ma non fa giustizia alla diversità territoriale dell’isola. La prima cosa che vi colpirà al vostro arrivo sull’isola è la sua estensione. Situata a soli 15 km dalla terraferma del South Australia, Kangaroo Island ha un’estensione di circa 150 km di lunghezza, con una ricca varietà di suggestivi ambienti naturali da scoprire.
Must See, Must Do.

Giorno 9 ADELAIDE/MT GAMBIER
1 NOTTE – QUALITY INN INTERNATIONAL
CAMERA MATRIMONIALE – SOLO PERNOTTAMENTO

Sveglia e partenza in direzione di Mt Gambier percorrendo la Great ocean Road. Lasciatevi guidare dalla grande strada panoramica che vi porterà fino a Melbourne, emozionatevi di fronte ai suoi paesaggi e assaporate la sensazione di libertà mentre attraversate i grandi spazi che caratterizzano questo grande paese.

Giorno 10 MT GAMBIER/APOLLO BAY
1 NOTTE – COMFORT INN APOLLO BAY
CAMERA MATRIMONIALE – SOLO PERNOTTAMENTO

Universalmente famosa per i suoi panorami spettacolari, la Great Ocean Road del Victoria è di fatto un’intera regione che abbraccia non solo la costa, ma anche le zone dell’immediato entroterra, iniziando dalla città di Geelong per arrivare fino al confine del South Australia. Il punto centrale di questa vasta zona costiera è rappresentato dalle imponenti formazioni rocciose dei Dodici Apostoli (Twelve Apostles), a buon diritto annoverate fra le icone dell’Australia.

Un’ora e mezzo da Melbourne.

Quanto basta per iniziare un’avventura che ha nome Great Ocean Road, la strada che inizia subito dopo Geelong e si snoda lungo la costa sud occidentale del Victoria, addentrandosi non di rado nelle fitte foreste pluviali per poi ritrovarsi in ampie distese pianeggianti.

Bisogna armarsi di macchina fotografica o cinepresa e, di tanto in tanto, fermarsi a cercare di immortalare scorci mozzafiato che si dischiudono davanti agli occhi, capolavori di pietra, gradazioni giorno10cromatiche che quasi alterano la vista. Come accade di solito negli ambienti incontaminati, privi di barriere artificiali ma slanciati verso l’infinito, la natura riesce a diventare artefice di creature inverosimili. Come costola di Adamo dalla terra, la forza del vento e dell’acqua ha plasmato nel tempo (un tempo di milioni di anni) sculture del tutto singolari, formazioni rocciose che sembrano animate e che, per le particolari forme assunte, hanno ricevuto soprannomi. Le più famose sono il London Bridge e i Dodici Apostoli.
Questo miracolo, che oggi rappresente un itinerario turistico collaudato, nasce dall’infaticabile lavoro, durato ben 14 anni, di migliaia di veterani della prima guerra mondiale, che dettero vita al più veloce collegamento costiero tra Melbourne e Adelaide, prima che la strada venisse aperta al traffico nel 1932.
Lungo il percorso si incontrano villaggi di pescatori, città mondane, località balneari, baie popolate da surfisti. Per ogni sosta una sorpresa e un motivo in più per non andare via. Torquay e Bells Beach sono le mete preferite dai migliori surfisti del mondo che ogni anno nel periodo pasquale si danno appuntamento per sfidarsi in competizioni altamente spettacolari, visto l’impeto e l’altezza delle onde gigantesche.
Ovunque sulla costa lungo la Great Ocean Road si trova accoglienza e in alcuni villaggi di pescatori è possibile sostare in comodi Bed & Breakfast, storiche dimore restaurate e adibite all’accoglienza dei viaggiatori. E’ il caso di Port Fairy, una delle località più antiche del Victoria dove il tempo si è fermato.

Giorno 11 APOLLO BAY/MELBOURNE
1 NOTTE – NOVOTEL ON COLLINS
CAMERA MATRIMONIALE – SOLO PERNOTTAMENTO

Melbourne è la capitale dello stato di Victoria e si costituisce come la seconda città in ordine di importanza della nazione australiana, è considerata con la città più importante sotto il profilo culturale e vanta un abitato di straordinaria bellezza e particolarità, ricco di palazzi ed edifici di straordinaria bellezza architettonica e di un grande numero di parchi e zone verdi che gli conferiscono un aspetto incontaminato e di grande impatto agli occhi del visitatore; è considerata una delle città più vivibili al mondo e benché conti una popolazione molto vasta non è caotica ed offre ai visitatori la possibilità di essere apprezzata in tutta la sua particolarità.

Giorno 12 / 13 / 14 MELBOURNE/SYDNEY
TRASFERIMENTI LIBERI
3 NOTTI – SHANGRI-LA
CAMERA DOPPIA OPERA VIEW – PERNOTTAMENTO E PRIMA COLAZIONE

giorno121314La città più importante dell’Australia è l’insediamento più antico del paese, il suo centro economico principale e la sua capitale in tutto e per tutto, tranne che dal punto di vista amministrativo. La città è costruita sulle rive del magnifico Port Jackson ed è una metropoli vitale e concentrata su se stessa che trasuda spensieratezza e che ha un’ossessione esagerata per le mode.
Sydney era la patria della tribù dei daruk, il cui territorio si estendeva dalla Botany Bay a Pittwater. Nella zona ci sono circa 2000 siti archeologici con incisioni rupestri degli aborigeni e molti dei quartieri di Sydney hanno nomi aborigeni. La città di Sydney nacque come colonia penale nel 1788 e per i 60 anni successivi accolse i criminali, indesiderati e perseguiti dalla legge britannica. Nonostante questi presupposti la città è oggi una prospera società multiculturale. Sydney attrae la maggior parte degli immigrati dell’Australia e l’eredità prevalentemente anglo-irlandese della città è stata rivitalizzata dall’influenza di italiani, libanesi, turchi, greci, cinesi e vietnamiti.

Giorno 15 / 16 / 17 SYDNEY/CAIRNS/LIZARD
TRASFERIMENTI DA/PER LIZARD CON VOLO PRIVATO
3 NOTTI – LIZARD ISLAND RESORT
SUNSET POINT VILLA – ALL INCLUSIVE

In tempo utile imbarco sul volo privato per Lizard Island. Arrivo dopo circa 60 minuti. Sistemazione nella camera riservata e inizio del soggiorno mare con trattamento di pensione completa. La grande barriera corallina in Australia è come Gerusalemme per i subacquei, molti di loro percorrono diecimila miglia in pellegrinaggio verso il Queensland, alla ricerca di un’esperienza sottomarina unica nell’ultima area marina protetta, la più grande del mondo, uno spettacolo della natura. Questa parte dell’Australia ospita alcuni impressionanti resort e anche luoghi all’apparenza remoti possono risultare divertenti.

Lizard Island è uno dei posto tenuti meglio in segreto, all’estremo nord della barriera corallina, un’isola privata che ospita al massimo 80 ospiti alla volta, più alcune lucertole Goanna dalle quali ha preso il nome.
Coloro che amano fare immersioni, snokeling e andare in barca qui si trovano in paradiso ma anche l’hotel è all’altezza della natura circostante: con le sue 40 camere, suite e ville alla moda, contemporanee, dalle linee pulite e dai colori più cool con pregiati pavimenti in legno e grandi finestre che si aprono su sorprendenti viste del litorale. Sebbene l’ambiente esterno rappresenti l’attrazione principale, al Lizard Island si trova un altro elemento di classe; il ristorante Osprey’s che offre alta cucina australiana in una bellissima veranda, e l’abbigliamente richiesto è casual dopo le sei del pomeriggio.
E’ possibile praticare il tennis e rilassarsi nel centro Azure Spa che offre diversi trattamenti. Sebbene le immersioni e la pesca siano l’attrazione principale del Lizard Island sarete ugualmente soddisfatti del posto.
Lusso. Durante il suo epico viaggio nel 1770, il capitano James Cook salì sulla cima di Lizard Island per studiare una rotta di fuga attraverso il labirinto di coralli in cui si trovava. Oggi Lizard Island offre una fuga di altro tipo: una vacanza unica nell’isola più settentrionale della Grande Barriera Corallina. Una ventina di spiagge dalla sabbia bianca e soffice, picnic su spiagge deserte, magnifiche passeggiate, tridacne giganti fra i coralli.

lizardislandLizard Island si trova 240 km a nord di Cairns e 27 km al largo della costa del Queensland. E’ un parco nazionale con 24 spiagge e una laguna.

Ha 40 camere suddivise in 4 categorie, tutte con aria condizonata, accappatoi, asciugacapelli, telefono, accesso a internet, ventilatore a pale, necessario per prepararsi tè e caffè, minibar, lettore CD, asse e ferro da stiro, teli da spiaggia, ombrello:
6 camere Anchor Bay nei giardini tropicali con vista su Anchor Bay. Hanno 1 letto matrimoniale kingsize o due letti matrimoniali. Ci sono due Family Room con une ltto matrimoniale kingsize e 2 letti singoli in camere da letto separate. Balcone privato.
18 Anchor Bay Suite vicino alla spiaggia con accesso diretto ad Anchor Bay vista spettacolare sul Coral Sea. Hanno 1 letto matrimoniale kingsize o 2 letti singoli kingsize. Patio privato e veranda con lettino.
15 Sunset Point Villa sul fianco della scogliera vicino a Sunset Ridge con splendida vista su Anchor Bay o Sunset Beach. Spaziosa veranda coperta, 1 letto matrimoniale.
Premium Villa come le Sunset Point Villa, ma in posizione straordinaria a Sunset Point. Grande privacy.
La quota comprende tutti i pasti e le bevande non alcoliche (all inclusive, con vini ed alcolici  dal 01/04/2007)
Le camere sono assegnate a partire dalle 15.00  e devono essere lasciate libere entro le ore 11.00.
Non si accettano bambini di età inferiore ai 15 anni. (12 anni dal 01/04/2007)
Minimo 2 notti (dal 01/04/2007)

Giorno 18 / 19 LIZARD ISLAND/CAIRNS
TRASFERIMENTO AEROPORTO/HOTEL E VV.
2 NOTTI – SHANGRI-LA CAIRNS
SUPERIOR BAY VIEW ROOM – SOLO PERNOTTAMENTO

Situato a Trinity Bay di fianco al The Pier a circa 10 minuti a piedi dal centro della città e a 7 km dall’aeroporto.

Ha 255 spaziose camere con aria condizionata, televisione, minibar e, telefono,  radiosveglia, bagno con vasca e doccia.  A disposizione dei clienti:  piscina, idromassaggio sauna e centro benessere, servizio lavanderia,  ristorante, bar. Shopping mall nello stesso edificio.

Giorno 19 CAIRNS
ESCURSIONE FORESTA PLUVIALE

Partenze giornaliere alle ore 08.00 con rientro verso le ore 18.00
Con guida parlante italiano ogni martedì, giovedì e sabato. Anche la domenica in agosto.
Giornata dedicata alla visita del Wooroonooran National Park, dove si trovano le due montagne più alte del Queensland ed una lussureggiante foresta con cascate.forestepluviale
I misteriosi Babinda Boulders sono situati tra il Monte Bartle Frere (1622 m) ed il Monte Bellenden Ker (1592 m). In quest’area i ruscelli e torrenti della foresta formano spettacolari cascate, piscine di acqua naturale e lagune. Passeggiata al Boulders Lookout fino a Boulders Gorge dove il paesaggio stupisce per la sua bellezza e varietà di colori, creati dal riflesso del cielo e della foresta. Verrà spiegata la misteriosa leggenda aborigena sulla creazione dei Boulders, la flora e la fauna di quest’area che presenta i più complessi e differenti tipi di foresta tropicale in Australia.
Dopo la passeggiata, è possibile fare il bagno nelle limpide acque di una laguna formata dal torrente Babinda, dove si possono vedere spesso tartarughe, gli uccelli “martin pescatore” e diverse specie di pesci.
Le Josephine Falls si trovano ai piedi del Mt Bartle Frere. Dopo una passeggiata nella foresta si giunge alla base di una serie di spettacolari e tumultuose cascate che formano bellissime lagune dall’acqua cristallina. La presenza di umidità ha favorito la crescita di muschio e licheni sulle grandi rocce che circondano le cascate. Tempo a disposizione per rinfrescarsi in una delle piscine naturali circondate da giganti alberi Penda. Qui si trova una roccia che forma uno “scivolo” dove i più avventurosi  possono lasciarsi scivolare in acqua.
Pranzo al ristorante italiano Roscoe’s Piazza, a Innisfail, una pittoresca cittadina di campagna sul fiume Johnstone che ha mantenuto intatta gran parte della sua architettura originale. Non ci sono semafori ed edifici alti.
Pomeriggio dedicato alla visita della nuova Mamu Canopy Walkway: un’incredibile struttura che permette di camminare tra le cime di alberi millenari, con delle piazzole ed una torre per assaporare al meglio panorami mozzafiato.
Il tour termina a Lake Eacham, situato nel cratere di un volcano. Possibilità di una nuotata rinfrescante in compagnia di tartarughe e pesci, circondati da alberi giganteschi. In quest’area si trovano diverse specie di uccelli, tra i quali il maestoso e raro casuario

Giorno 20 CAIRNS/SINGAPORE/FRANCOFORTE/MILANO

Stampa questo programma
Back to previus page

We are sorry, there are no reviews yet for this accommodation.