Disponibilità

We are sorry, this accommodation is not available to book at the moment

Descrizione

Se avete sempre sognato di scoprire le bellezze di numerose terre, allora questo è il viaggio di nozze per voi!

Potrete visitare diversi Stati, compiendo un ‘giro del mondo’ in soli 32 giorni…

USA

GIORNO 1 MILANO /FRANCOFORTE/CHICAGO
2 Notti – HOTEL OMNI CHICAGO 5 stelle CAMERA DOPPIA
Trattamento SOLO PERNOTTAMENTO

Chicago (soprannominata Second City e Windy City, città del vento) è la più grande città dell’Illinois e la terza per popolazione di tutti gli Stati Uniti dopo New York e Los Angeles, con 2.896.016 abitanti. È la più grande città dell’entroterra statunitense, ed è anche considerata la più americana tra le grandi metropoli degli USA.

La sua area metropolitana (detta Chicagoland) arriva a oltre 9 milioni di persone felicemente distribuiti in un’ampia area pianeggiante. È situata lungo le rive del lago Michigan. Trasformatasi da piccola città di frontiera nel 1833 (con circa 350 abitanti) in una delle città più grandi della Terra, Chicago è stata definita come una delle 10 città più influenti al mondo. Oggi è una città multietnica, nonché un importante centro finanziario e industriale ed uno dei maggiori centri fieristico/espositivi mondiali.

Il centro città (Downtown o Loop) è dominato da imponenti grattacieli che arrivano anche ai 108 piani (per un’altezza di 442m) della Sears Tower.

Questa tipologia architettonica è nata proprio a Chicago che, se da tempo ha dovuto perdere il primato di città con più grattacieli nel paese a favore di New York, vanta ancora oggi il grattacielo più alto d’America, la Sears Tower e tre grattacieli nella classifica dei primi 15 al mondo.

La città si estende per oltre 50 km sul Lago Michigan da Nord a Sud. Chicago è la città con il maggior numero di ponti mobili al mondo (attualmente 45) ed uno dei punti di riferimento mondiali per il jazz.

GIORNO 3 CHICAGO / LAS VEGAS 5 stelle
1 Notte – HOTEL BELLAGIO DELUXE ROOM
Trattamento SOLO PERNOTTAMENTO

Nel 1885 i Mormoni fondarono una piccola colonia che non ebbe però molto successo. Solo nel 1903, con la costruzione della ferrovia si sviluppo un piccolo villaggio che divento città nel 1911. La presenza dei pozzi artesiani, che aveva favorito la costruzione di una stazione ferroviaria sulla linea che collegava la costa est con la California, convinse William Clark ad acquistare terreni che cominciò ad urbanizzare e a vendere.

La vera espansione di Las Vegas iniziò tuttavia negli anni trenta per il convergere di differenti motivazioni: la fine del proibizionismo spronò i gangster, arricchiti con il contrabbando di alcolici, a impegnare i loro capitali nella costruzione degli alberghi in questa città che cominciava a diventare famosa grazie alle sue leggi liberali; la diga diede l’energia elettrica per renderla attraente anche la notte e la voglia di divertirsi fece tutto il resto.

La vita a Las Vegas si svolge soprattutto di notte, durante il giorno la città è deserta, la gente dorme o è in piscina o nelle sale da gioco.

Dal momento in cui si accendono le luci la città si anima e diventa un grande parco di divertimenti per adulti. Fra gli spettacoli più interessanti ricordiamo City Lites, Splash e Jubilee che si tengono in differenti alberghi della città.

circLas Vegas di notte è anche tempo di shoppng, infatti tutti gli alberghi hanno una serie di negozi che rimane aperta fino a mezzanotte. Si ascolta anche della buona musica nei locali Blues, e se siete intenzionati a fare una pazzia, Las Vegas, propone un esaltante tour notturno della città in elicottero.

GIORNO 4 LAS VEGAS / LOS ANGELES 5 stelle
1 Notte – HOTEL BEVERLY HILTON CAMERA DOPPIA
Trattamento SOLO PERNOTTAMENTO

Forse Los Angeles è un prodotto della sua stessa immaginazione.

Nessuna città si studia e si compiace così tanto, nei film, nelle riviste patinate, nei programmi televisivi. Los Angeles è un mostro che non si lascia girare facilmente, è tutto un groviglio di autostrade e di infiniti sobborghi, nel quale chiunque non possieda un’automobile è considerato un menomato mentale.

Questa è la città in cui è stato ideato, prodotto e impacchettato l’American Dream, e se non siete pronti ad accettarlo in toto, Los Angeles vi sembrerà zozza, irritante, pericolosa o semplicemente insignificante. Se volete calpestare le orme delle stelle e respirare l’aria magica del mondo dei divi, questo è il posto giusto. Gli chef sono dei semidei, e i vari nessuno si fanno pubblicità su cartelloni luccicanti.

Tutto si ricollega al successo e alla celebrità: percorrete Rodeo Drive, camminate lungo Sunset Strip o in Hollywood Boulevard, mettetevi in mostra a Melrose o a Venice Beach, ammirate le ragazze a Malibu o andate a sbirciare dietro ai recinti delle villone di Beverly Hills.

In nessun altro posto i parchi a tema li fanno bene come a Los Angeles: Disneyland è il capostipite di tutti, la sede degli Universal Studios è ormai un parco divertimenti.

Se non ne potete più di sfarzo ostentato, immergetevi nella vita reale di Little Tokyo, di El Pueblo de Los Angeles o degli Huntington Gardens di Pasadena.

GIORNO 5 LOS ANGELES / PAPEETE / BORA BORA 5 stelle
4 Notti – HOTEL BORA BORA NUI RESORT & SPA BEACH VILLA
Trattamento MEZZA PENSIONE

Bora Bora è da sempre terra da sogno. Situata 259 chilometri a nord est di Tahiti, ha un profilo fiero e roccioso. Circondata da una catena di isolotti, è incastonata come una gemma preziosa tra i mille colori dell’oceano.

La sua laguna ampia, riparata, navigabile è famosa per le innumerevoli gradazioni di colore e per i suoi atolli sabbiosi che si estendono lungo quasi tutta la barriera. Un solo passaggio, quello di Teavanui sul lato occidentale, comunica con l’oceano.

Il centro più importante di Bora Bora è Vaitape.

Bora Bora è considerata l’isola dell’amore, racchiude e presenta i panorami, gli scenari e le atmosfere immacolate della creazione.

La laguna è ricca di flora e fauna marina, in queste acque basse è possibile vedere le mante giganti dai movimenti eleganti e sinuosi, oltre a tartarughe, murene e branchi di pesci dai più incredibili colori.

Maupiti, piccola e rigogliosa, piacevolmente appartata e situata a 40 chilometri da Bora Bora, è considerata una delle più suggestive e tranquille isole dell’arcipelago.

Immersa in un’ampia laguna è circondata da isolotti ricchi di vegetazione tropicale.

Dominata dal monte Teurafaatiu, alto 372 metri, richiama l’interesse dei viaggiatori per le sue bellezze naturali e per i suoi siti archeologici.

HOTEL HILTON BORA BORA NUI *****

Un nuovo albergo che si aggiunge alla ricca collana di Bora Bora, è una struttura di ottimo comfort e livello, situato su una delle ottime spiagge della laguna. Le camere sono dotate di tutti servizi necessari.

L’albergo dispone di un ristorante panoramico dove vengono serviti tutti i pasti , adiacente si trova il bar principale con la sua splendida terrazza.

Vi è inoltre un equipaggiamento per praticare tutti gli sport acquatici.

GIORNO 9 BORA BORA / PAPEETE 5 stelle
1 Notte – HOTEL RADISSON PLAZA TAHITI OCEAN VIEW ROOM
Trattamento PERNOTTAMENTO E PRIMA COLAZIONE

Capitale dell’isola Papeete, il cui nome significa “acqua del paniere” è il più grande scalo del Pacifico meridionale.

Molto più di un punto di arrivi e partenze internazionali, passaggio obbligato verso le favolose isole circostanti, la capitale di Tahiti offre numerose occasioni di conoscere lo stile di vita polinesiano, con le sue molteplici sfaccettature: il suo mercato variopinto, i suoi musei, la sua vita notturna e le sue manifestazioni culturali, tra cui il tradizionale Heiva.

HOTEL RADIOSSON TAHITI ****

L’hotel di nuovissima costruzione è situato sull’isola di Tahiti, a circa 10 minuti dall’aeroporto.

È uno splendido posto per esplorare e conoscere le bellezze naturali.

L’albergo si affaccia sulla magnifica spiaggia nera chiamata Lafayette e dispone di 165 camere con ampie terrazze, suddivise in 85 a vista oceano, 54 suites e 26 duplex con aria condizionata, ventilatore, telefono, radio, televisore, minibar, asciugacapelli e cassetta di sicurezza.

Un ristorante, un cocktail bar, un bar con terrazza ed un chiosco nei pressi della piscina, boutique, palestra, centro benessere. È possibile anche praticare sport, come minigolf o tennis.

ISOLE COOK

L’ Arcipelago delle Cook consiste di 15 isole in 2 milioni di chilometri quadrati nell’Oceano Pacifico. Sono esattamente nel centro del triangolo polinesiano del Pacifico del sud, affiancate ad ovest dal Regno di Tonga e delle isole Samoa, e da Tahiti e dalle isole della Polinesia Francese ad est.

Le Isole Cook hanno lo stesso fuso orario delle Hawaii e distano dall’equatore a sud come le Hawaii ne distano a nord. e Isole Cook sono composte da 15 isole. Le 15 isole sono divise in due gruppi, uno settentrionale e uno meridionale, separati da ben 1000 km di mare.

Il gruppo meridionale, costituito in gran parte da isole vulcaniche emerse in tempi recenti, è in realtà un proseguimento della catena delle Isole Tubuai, appartenenti alla Polinesia francese, mentre il gruppo settentrionale è formato da atolli corallini più antichi.

L’isola più grande è Rarotonga (67 kmq) e la più piccola è Suwarrow (0,4 kmq). Il paesaggio varia da quello montuoso di Rarotonga ai banchi corallini e agli atolli quasi piatti, che sono invisibili da lontano e vengono coperti dalle onde più grandi.

Gli antenati degli attuali abitanti delle isole Cook vi arrivarono per la prima volta nell’ 800 dC sulle loro gigantesche canoe doppie durante la grande migrazione polinesiana, guidati dalle stelle e grazie alla fantastica abilità marinaresca degli antichi polinesiani.

I primi europei furono gli esploratori spagnoli Alvaro de Mendana, che avvistò Pukapuka nel 1595 e Pedro Fernandez de Quiros, che avvistò Rakahanga nel 1606. 160 anni dopo, nel 1773, il Capitano James Cook, da cui l’arcipelago ha preso il nome, avvistò l’atollo Manuae e in un viaggio successivo scoprì anche Palmerston,, Mangaia e Atiu.

Le isole furono dichiarate protettorato britannico.nel 1888 e passarono poi sotto il controllo della Nuova Zelanda, che ancora oggi continua a gestire la politica estera e la difesa.

Gli abitanti delle isole Cook sono considerati di fatto cittadini neozelandesi e hanno il diritto di spostarsi a proprio piacimento tra l’arcipelago, la Nuova Zelanda e l’Australia.

Ancora oggi più del 90% degli abitanti (in tutto circa 20.000) sono polinesiani di etnia maori, imparentati con i maori neozelandesi. La lingua locale è il maori delle Isole Cook, ma praticamente tutti parlano l’inglese come seconda lingua.

Gli abitanti delle Isole Cook hanno fama di essere i migliori danzatori della Polinesia e secondo gli esperti sono ancora più bravi dei tahitiani. Le danze delle Isole Cook sono notoriamente sensuali e per tradizione vengono eseguite in onore di Tangelo, dio della fertilità e del mare.

Ogni occasione è buona per danzare, ma i momenti più belli sono le frequenti “Island Nights”, durante le quali le danzatrici invitano i turisti stranieri a salire sul palco per unirsi al ballo.

Tra i prodotti artigianali più belli meritano una menzione le asce tradizionali, con la lama in pietra e il manico in legno riccamente intagliato, i ventagli, le cinture, i cesti, i copricapo di piume e i sedili di legno. Le Isole Cook sono famose per le tivaevae, coperte con applicazioni che di solito vengono usate come copriletto.

Tra le attività praticabili sulle isole primeggiano naturalmente gli sport acquatici. Ci sono splendidi luoghi adatti al nuoto, specialmente a Rarotonga e Aitutaki; con le loro acque limpide e l’abbondanza di pesci queste isole sono anche l’ideale per lo snorkelling.

Vi sono però anche ottime opportunità per gli appassionati di escursionismo. Gli itinerari migliori sono il Cross-Island Track di Rarotonga e il Vai Momoiri Track di Atiu, che offrono splendide vedute e richiedono solo qualche ora di camminata.

Il ciclismo è abbastanza diffuso a Rarotonga e ad Aitutaki e consente di coprire tragitti più lunghi; in entrambe le isole troverete negozi che noleggiano le biciclette.

Ci sono poi diverse grotte da esplorare a Mauke, ma bisogna avere la qualifica di speleologi e farsi spiegare dove sono situate.

GIORNO 10 PAPEETE / RAROTONGA 4 stelle
3 Notti – HOTEL PACIFIC RESORT RAROTONGA BEACHFRONT SUITE CAMERA DOPPIA CAMERA DOPPIA CAMERA STANDARD
Trattamento SOLO PERNOTTAMENTOresort

Rarotonga è un’ isola lussureggiante, orlata di spiagge e montagnosa al centro.

E’ quasi totalmente circondata da una barriera corallina che ospita una laguna dalle acque chiare e turchesi con moltissime spiagge di finissima sabbia bianca. Oltre la barriera corallina l’oceano blu indaco fornisce un vivido contrasto ed un’enorme riserva di pesce.

Avarua è la città principale dell’isola ed il centro commerciale delle Isole Cook. Durante gli orari d’ufficio ha un’atmosfera amichevole ed animata e un ottimo assortimento di negozi, banche, caffè e strutture per i visitatori. E’ anche il porto principale e ospita molti yacht da crociera.

Poiché l’intera isola ha una circonferenza di soli 32 chilometri visitarla è molto facile.

Tutti i principali luoghi di interesse sono situati lungo le due strade concentriche dell’isola o nelle loro vicinanze.
Arorangi, sulla costa occidentale, è stato il primo villaggio costruito dai missionari ed è nato con lo scopo di fungere da modello per il resto dell’isola.

Potete visitare la prima chiesa della Cook Islands Christian Church, costruita nel 1849, dove è sepolto Papeiha, il primo predicatore cristiano delle Isole Cook.

Alle spalle di Arorangi si erge la vetta del Raemaru, ottima meta per un’escursione di una giornata.

Il Cultural Village, situato sulla via secondaria di Arorangi, è un posto molto interessante dove in una giornata potrete imparare più cose sulla cultura delle Isole Cook che nel resto di tutto il vostro soggiorno.

Con una visita guidata verrete condotti in diverse capanne tradizionali e assisterete a dimostrazioni sulla storia delle isole, sulla medicina maori, sulle tecniche di pesca antiche, sull’intaglio del legno e sulla danza; al termine parteciperete a un banchetto di cibi tradizionali accompagnato dalle danze.

HOTEL PACIFIC RESORT *****
Sorge sulla bianca spiaggia di Muri, a circa 10 minuti dalla città principale di Avarua e si affaccia direttamente sulla laguna. E’ composto da diverse tipologie di sistemazioni: ville con 2 camere da letto e zona soggiorno con cucina, bungalows con 1 o 2 camere da letto e angolo cottura, situate nel giardino, sulla spiaggia o nei pressi della piscina.

Tutte dispongono di aria condizionata, ventilatori a soffitto, telefono, radio. Le ville dispongono anche di veranda privata. A disposizione degli ospiti ci sono: piscina, due ristoranti, boutique, lavanderia, kayak, canoe, barche a remi, attrezzatura da snorkelling, teli da spiaggia, e tutto ciò che può servire per il relax balneare, oltre a un centro estetico e un negozio di souvenir. È possibile praticare sci d’acqua, tennis, vela, immersioni, pesca, windsurf, noleggiare veicoli, fare voli panoramici e escursioni alle isole esterne.

L’albergo inoltre organizza escursioni su barca con fondo di vetro, barbecue e danze tipiche per tutti i suoi ospiti.

GIORNO 13 RAROTONGA / AITUTAKI 4 stelle

4 Notti – HOTEL PACIFIC RESORT AITUTAKI BEACHFRONT

BUNGALOW CAMERA DOPPIA CAMERA DOPPIA CAMERA STANDARD
Trattamento PERNOTTAMENTO E PRIMA COLAZIONE

Aitutaki è considerata una delle più belle isole del Pacifico grazie alle sue spiagge, al clima mite, e alla laguna dall’incredibile colore turchese, cristallina e tiepida. Inoltre ha la caratteristica di essere contemporaneamente un’isola vulcanica, con ondulate collinette coperte di palme e di banani, e atollo corallino, con bianchissime spiagge che racchiudono un’incantevole laguna.

La laguna triangolare, punteggiata di graziosi isolotti (motu) è interessante anche dal punto di vista storico perché ha diversi marae (i luoghi per i raduni religiosi prima del contatto con gli europei) aperti ai visitatori. Aitutaki offre anche alcuni degli spettacoli di musica e danza, detti “Island Nights”, più belli dell’arcipelago.

Il villaggio principale dell’isola è Arutanga, dove si trova la più vecchia chiesa delle Isole Cook, nonché una delle più belle, costruita nel 1828, con diversi oggetti di legno intagliato e vetrate policrome.

Troverete poi diversi bei negozietti e dal molo potrete ammirare una splendida veduta della costa.

Vicino alla costa sud-orientale ci sono alcuni marae fatti con imponenti massi di basalto nero; molti di essi sono tra i più grandi di tutto l’arcipelago e ciascuno ha il proprio nome.

Il “Maungapu”, all’estremità settentrionale dell’isola, è un’altura di soli 125 metri e, secondo la leggenda, è la cima del Picco Raemaru di Rarotonga, portato qui in bottino dai vittoriosi guerrieri Aitutaki. Vale la pena salire sulla cima (con una facile escursione di mezz’ora) per ammirare il panorama della laguna e dell’isola.

La laguna è punteggiata di banchi di sabbia e barriere coralline, ha 21 motu ed è priva di squali.

I motu più belli sono Maina, dove potrete fare snorkelling e vedere i nidi dei fetonti, e Tapuaetai, o “Isola di un Piede”, che vanta una spiaggia splendida e fantastiche acque turchesi.

L’aeroporto si trova all’estremità settentrionale dell’isola: voli quotidiani collegano Aitutaki con Rarotonga.

Aitutaki è una meta molto popolare per i fortunati che visitano le isole a bordo di lussuosi panfili. E’ anche possibile raggiungerla con le navi mercantili che accettano a bordo i passeggeri.

HOTEL PACIFIC RESORT AITUTAKI *****
E’ stato inaugurato nel 2002 ed è situato a breve distanza del villaggio di Amuri e a circa 5 km dall’ aeroporto, su una superficie di 17 ettari, lungo una spiaggia sabbiosa lunga più di 650 metri, in un paesaggio variegato di alberi e rocce vulcaniche.

Il resort dispone di circa 30 sistemazioni in tipico stile architettonico polinesiano, divise in Beachfront Bungalow, Beachfront Suite e Beachfront Villa, tutte dotate di aria condizionata, ventilatore a soffitto, telefono, televisione, minibar, cassetta di sicurezza e una veranda con una vista spettacolare.

Un ristorante su tre livelli sovrasta la laguna e la piscina dell’hotel.

La cucina del “Rapae Bay Restaurant” è la migliore che si possa gustare in tutto il Sud Pacifico, basata su frutta tropicale fresca e pesce, il tutto arricchito da spezie ed aromi orientali.

Anche in questo resort c’é la tradizione delle “Island Nights”, che qui si tengono il venerdì con un “gran buffet” accompagnato da musica e danze.

Da segnalare il centro benessere, che offre rilassanti massaggi, e le indimenticabili uscite in barca nella laguna, che il resort organizza per gli ospiti.

GIORNO 17 AITUTAKI / RAROTONGA / PAPEETE 5 stelle
1 Notte – HOTEL RADISSON PLAZA TAHITI OCEAN VIEW ROOM
Trattamento PERNOTTAMENTO E PRIMA COLAZIONE

GIORNO 18 PAPEETE / RANGIROA 4 stelle188
3 Notte – HOTEL KIA ORA OVERWATER BUNGALOW
Trattamento SOLO PERNOTTAMENTO

Rangiroa, la laguna infinita. L’incomparabile luminosità ed i colori della laguna, del verde giada al turchese cangiante al violetto, soggiogano completamente il turista che scopre questo lungo nastro di isolotti situato al centro dell’oceano Pacifico.

A nord-ovest dell’atollo, si trova Avatoru, il villaggio principale, di fronte al motu Fara la cui laguna, secondo la leggenda, sarebbe stata squarciata da due gemelli: “Moana Tea”, l’oceano placido e “Moana Uri”, l’oceano scatenato.

L’altro villaggio di Riputa, situato all’altra estremità del motu, sul margine del secondo grande canale, contiene case conte di pietra di corallo imbiancante, circondate da siepi fiorite.

NUOVA ZELANDA

La Nuova Zelanda ha legami di sangue e d’affari con l’Inghilterra che per lungo tempo è stata considerata l’Inghilterra del Pacifico meridionale. Pur non essendo più colonia dal 1907, per ben 40 anni non ebbe un proprio Ministro degli Esteri, e ovviamente neppure una propria politica estera.

D’altronde, la “madrepatria” è stata per molti decenni un mercato sicuro per i prodotti neozelandesi. In effetti, solo quando la Gran Bretagna entrò nella Comunità Economica Europea, nel 1973, la Nuova Zelanda fu indotta a intraprendere seri sforzi per diversificare produzione e mercati. Il successo di tali sforzi ne ha fatto un Paese ricco e moderno, con attivi scambi non solo con l’Europa, ma anche con l’Asia, le Americhe e il Medio Oriente.

Allo stesso tempo, la Nuova Zelanda ha assunto una funzione di leader nella propria area geografica. Nel 1971 ospitò il primo incontro del South Pacific Forum, un raggruppamento politico di 13 Paesi indipendenti della regione sud – pacifica.

Si è opposta con decisione agli esperimenti nucleari francesi nel Pacifico e, nel 1985, il Governo ha vietato l’accesso ai suoi porti delle navi con armamento o a propulsione nucleare, decisione che ha messo in crisi i rapporti con gli Stati Uniti e la vita stessa dell’ANZUS (Australia, Nuova Zelanda e Stati Uniti), il patto di mutua difesa che li lega tra loro.nz

GIORNO 21 RANGIROA / AUCKLAND
2 Notti – HOTEL HERITAGE 5 stelle DELUXE ROOM CAMERA DOPPIA
Trattamento SOLO PERNOTTAMENTO

Uno tra  i paesi più ricchi di occasioni di svago e di divertimento, soprattutto sportivo, è la Nuova Zelanda. La sua particolare conformazione geografica ricca di vette innevate e di spiagge assolate permette al turista una gran varietà di attività.

Scalate, immersioni, lunghe camminate e sport  impegnativi come il rafting, il bungee jumping, il kayak fanno da sfondo alla vera passione dei neozelandesi che è la vela. Una vera e propria attrattiva, che ci permettiamo di consigliare, è un tour dei parchi nazionali e delle zone protette, questo infatti permette di girare per le due più grandi isole che compongono l’arcipelago neozelandese rimanendo in costante contatto con la natura.

Il parco più grande è il Fiordland National Park situato nell’estremo sud del paese, e come suggerisce il nome, vi si possono visitare numerosi fiordi. Per chi non vuole perdersi una giornata di pesca l’ideale è il Nelson Lakes National Park che si trova tra le alpi neozelandesi ed è ricco di laghi tra cui il Rotoroa ed il Rotoiti.

Sempre al centro dell’isola del sud, sul versante est della dorsale alpina, imperdibile per i più sportivi è il Mount Cook National Park con la sua lussureggiante foresta pluviale ed i ghiacciai.

Per chi non ha molto tempo da dedicare alla pratica di sport particolarmente impegnativi, ma vuole godersi il meritato riposo allora non gli resta che lasciarsi andare e meditare su una delle suggestive spiagge, oppure passare qualche giorno in più ad Aukland, la capitale della Nuova Zelanda.

Il centro della città è attezzatissimo per lo shopping, tra boutique e botteghe di prodotti locali, si può andare a visitare l’Aukland Museum, immerso nel verde del Domain Park, dove vi capiterà di assistere ad uno dei spettacoli maori che quotidianamente vi si svolgono.

AUSTRALIA

Fascino, magia, orizzonti sconfinati, paesaggi mozzafiato, enormi distanze, una incredibile varietà di fauna e flora dalle forme, colori e dimensioni più disparate, antiche culture e città cosmopolite ad elevata tecnologia.

Dai tropici del nord al deserto centrale, al verde e temperato sud: questa è la terra dell’infinito. Così si può definire questo meraviglioso continente chiamato Australia.

Chiamata dagli aborigeni “terra dalle 7 stagioni”, l’Australia è il continente più antico ma anche il più piccolo; è l’isola più grande del mondo ma è anche l’ultima terra colonizzata dagli europei. Infatti la colonizzazione di questo meraviglioso continente risale al 1770, quando i coloni approdarono sulla costa oggi conosciuta come la baia di Sydney.

Con una superficie di 7.682.000 kmq è la sesta nazione più vasta del mondo, mentre la sua popolazione raggiunge solo 18 milioni di persone. L’Australia è una federazione suddivisa in 6 stati e 2 territori.

Chiamata dagli aborigeni “terra dalle 7 stagioni”, l’Australia è il continente più antico ma anche il più piccolo; è l’isola più grande del mondo ma è anche l’ultima terra colonizzata dagli europei. Infatti la colonizzazione di questo meraviglioso continente risale al 1770, quando i coloni approdarono sulla costa oggi conosciuta come la baia di Sydney.

Con una superficie di 7.682.000 kmq è la sesta nazione più vasta del mondo, mentre la sua popolazione raggiunge solo 18 milioni di persone.

GIORNO 23 AUCKLAND / MELBOURNE
2 Notti – HOTEL PARK HYATT 5 stelle PARK ROOM
Trattamento SOLO PERNOTTAMENTO

La seconda città australiana è un luogo denso di contraddizioni e di fascino segreto.

Rinfrescata dai molti alberi e dalla baia, questa comunità lambita dalle acque fangose del fiumeYarra è al tempo stesso cosmopolita, colta e multiculturale, pazza per il football, cons ervatrice e fucina dell’avanguardia.

I turisti accorrono qui per lo shopping, i ristoranti, la vita notturna e il calendario sportivo, rafforzando così la convinzione che hanno i cittadini di Melbourne di vivere in una delle città più progredite del mondo.

GIORNO 25 MELBOURNE / PERTH
2 Notti – HOTEL CROWNE PLAZA 4 stelle CAMERA DOPPIA
Trattamento SOLO PERNOTTAMENTO

Perth, la capitale dell’Australia occidentale, è una città animata e moderna gradevolmente adagiata tra i fiumi Swan e Canning, con il turchino Oceano Indiano a ovest e le antiche catene dei Darling a est.

Vanta il primato di capitale australiana più soleggiata, anche se ciò che colpisce maggiormente è il suo isolamento dal resto del paese (Perth è più vicina a Singapore che a Sydney).

MALESIA

GIORNO 27 PERTH / SINGAPORE / KUALA LUMPUR
4 Notti – HOTEL THE RITZ CARLTON 5 stelle DELUXE ROOM CAMERA DOPPIA
Trattamento PERNOTTAMENTO E PRIMA COLAZIONE AMERICANA

Montagne coperte dalla giungla, umida foresta pluviale, immense piantagioni d’alberi di gomma e di palme da olio e chilometri di spiagge dorate caratterizzano la Malaysia. Nel calore e nell’umidità della fitta foresta fioriscono mille diverse specie d’orchidee.

In quest’ambiente decisamente tropicale prospera un Paese il cui sviluppo economico è sorprendente. La Malaysia è il principale produttore mondiale d’alcuni prodotti principali.

Ciò è nato dalla federazione di 11 Stati della Malaysia Occidentale (ora Malaysia Peninsulare) e di 2 della Malaysia Orientale. La parte peninsulare è separata da quella insulare da 700 km di mare (il Mar Cinese Meridionale) e in passato non esisteva fra le due alcun legame.

Il successo di questo Paese nasce dal lavoro di quasi 18 milioni di persone che formano un cocktail etnico potenzialmente esplosivo: Malesi, Cinesi, Indiani e numerose altre popolazioni indigene.

In politica predominano i Malesi, nell’economia i Cinesi.

Il territorio è montuoso e coperto di foreste.

GIORNO 31 KUALA LUMPUR/SINGAPORE/FRANCOFORTE

GIORNO 32 FRANCOFORTE/MILANO

Stampa questo programma
Torna alla pagina precedente

Siamo spiacenti non ci sono ancora valutazioni per accommodation.