Availability

We are sorry, this accommodation is not available to book at the moment

General

CROCIERE “CAPTAIN COOK” NELLA BAIA DI SYDNEY

Una flotta di lussuose navi nella baia di Sydney.
Partenze giornaliere dal mattino alla sera.
 
Captain Cook è la pricipale compagnia di navigazione che opera nella baia di Sydney. Numerose sono le tipologie di crociere disponibili e le navi sono attrezzate per offrire intrattenimento a bordo con musica, danze e specialità gastronomiche.

Alcune crociere privilegiano l’osservazione degli angoli più caratteristici della baia, con numerosi approdi, altre sono dedicate al collegamento diretto tra il centro di Sydney e alcune località periferiche.

Segnaliamo il pass valido 24 ore “Hop on hop off” che permette l’imbarco e lo sbarco illimitato in tutti gli approdi nel centro di Sydney (tra una motonave e la seguente passano 45 minuti e il percorso circolare della baia dura un’ora e mezza).

Per chi vuole un’esperienza da ricordare consigliamo la crociera “Captain’s Dinner”, con partenza ogni sera alle ore 19.00 e rientro alle 21.30, durante la quale si esibisce una banda musicale, gli ospiti possono darsi alle danze e viene servita una ricca cena à la carte.


 

Prezzo per persona
Pass 24 ore “Hop on Hop off” € 35,00
Crociera “Captain’s Dinner” € 105,00

 
Torna a Sydney

Stampa questo programma
Back to previus page

We are sorry, there are no reviews yet for this accommodation.

SYDNEY

SYDNEY

Torna a New South Wales

Sydney: grandiosa e magica, è la città maggiormente popolata di tutto il continente australiano; la baia di Port Jackson fu l’approdo per i primi europei giunti nel 1770 sotto il comando del capitano Cook.

E’ una città cosmopolita che abbina il fascino delle città di mare alla vita pulsante e mondana delle metropoli tecnologicamente avanzate. È possibile muoversi per tutti i quartieri della città con la massima tranquillità; viene comunemente riconosciuta come una delle città più sicure per i turisti. Bianche e facilmente raggiungibili, le spiagge di Sydney circondano la città rendendola ancora più piacevole.
 
I luoghi d’interesse sono molti e tutti accessibili; tra i più conosciuti citiamo:
 
The Rocks, vero tuffo nel passato, è la zona dove ebbe origine il primo insediamento nel 1770 ad opera di un gruppo di deportati inglesi; oggi totalmente ristrutturata e riportata allo stato dell’epoca, ospita caratteristici ristoranti in stile ottocentesco, eleganti “boutiques”,negozi per qualsiasi tipo di shopping ed offre inoltre la possibilità di passeggiare in libertà e sicurezza ammirando navi, borghi e chiese dell’epoca.
 
Il ponte di Sydney: chiamato familiarmente “appendiabito” data la particolare forma, l’Harbour Bridge fu costruito in 9 anni, ed ancora oggi viene attraversato da milioni di veicoli.
 
Il palazzo dell’Opera, vero simbolo dell’Australia moderna, è certamente la costruzione più fotografata di Sydney; questa avveniristica struttura dal profilo a forma di vela venne terminata nel 1974. La sua costruzione fu oggetto di molti litigi tra i vari politici del tempo, anche perché il suo costo iniziale decuplicò al termine; nonostante ciò viene apprezzata sia dai visitatori che dagli architetti di tutto il mondo.
 
L’Aquarium, dove si possono osservare i pesci australiani sia d’acqua dolce che di mare; tre vasche oceaniche, sotto le quali è stato costruito un passaggio, offrono al visitatore la sensazione di essere immersi nella vita marina australiana.
 
Il porto, la cui miglior veduta si ha a bordo del battello che traghetta i visitatori lungo gli oltre 20 km di costa della Baia di Sydney.
 
Le Blue Mountains, un luogo incantato dove potrete ammirare cascate, valli, formazioni rocciose e splendidi panorami. A sud di Sydney, è facilmente raggiungibile sia con mezzi pubblici che con auto privata ed offre la possibilità di effettuare escursioni a piedi, in funicolare o in treno.
 
Lo Zoo di Taronga e il Parco dei Koala, dov’è possibile osservare gli esemplari della fauna australiana.

[codespacing_light_map width="100%" height="400px" show_overlay ="no" zoom="10"]
Read more