Disponibilità

We are sorry, this accommodation is not available to book at the moment

Descrizione

1° Giorno MILANO/SINGAPORE (Come da operativo voli)

2° Giorno SINGAPORE/SYDNEY

Nelle prime ore del mattino arrivo a Sydney e incontro con il nostro incaricato locale. Trasferimento privato all’albergo e sistemazione immediata nella camera riservata. Tempo a disposizione. Cena libera e pernottamento.

Pernottamento presso : Sofitel Wentworth Sydney*****
Durata : 3 notti
Tipologia di camera : Superior Room (camera doppia)
Trattamento : Pernottamento e prima colazione

SOFITEL SYDNEY WENTWORTH

Il Wentworth, straordinario hotel a 5 stelle situato nel cuore del quartiere commerciale e degli affari di Sydney, gode di un’ottima reputazione per la straordinaria qualità dei suoi servizi e per la sua incantevole eleganza.

Distante pochi minuti dal teatro dell’opera (Sydney Opera House), dal quartiere The Rocks, dall’Harbour Bridge, dai Royal Botanic Gardens (giardini botanici) e dall’Art Gallery of NSW (galleria d’arte), l’hotel è la base di soggiorno ideale per visitare questa straordinaria città.

La struttura vanta ottimi spazi per conferenze, un favoloso centro benessere e un completo centro termale (Day Spa). Gustate l’alta cucina servita al Bistro oppure fate un salto in salotto per un pasto leggero nel tardo pomeriggio o per un bicchierino di liquore.

3° e 4° Giorno SYDNEY

Sydney: grandiosa e magica, è la città maggiormente popolata di tutto il continente australiano; la baia di Port Jackson fu l’approdo per i primi europei giunti nel 1770 sotto il comando del capitano Cook. Città cosmopolita che abbina il fascino delle città di mare alla vita pulsante e mondana delle metropoli tecnologicamente avanzate. E’ possibile muoversi per tutti i quartieri della città con la massima tranquillità; viene comunemente riconosciuta come una delle città più sicure per i turisti. Bianche e facilmente raggiungibili, le spiagge di Sydney circondano la città rendendola ancora più piacevole. I luoghi d’interesse sono molti.

Di seguito alcuni tra i più conosciuti e citati.

The Rocks, vero tuffo nel passato, è la zona dove ebbe origine il primo insediamento nel 1770 ad opera di un gruppo di deportati inglesi; oggi totalmente ristrutturata e riportata allo stato dell’epoca, ospita caratteristici ristoranti in stile ottocentesco, eleganti boutiques, negozi per qualsiasi tipo di shopping ed offre inoltre la possibilità di passeggiare in libertà e sicurezza ammirando navi, borghi e chiese dell’epoca.

Il ponte di Sydney, chiamato familiarmente “appendiabito” data la particolare forma, l’Harbour Bridge fu costruito in 9 anni, ed ancora oggi viene attraversato da milioni di veicoli.

Il palazzo dell’Opera, vero simbolo dell’Australia moderna, è certamente la costruzione più otografata di Sydney; questa avveniristica struttura dal profilo a forma di vela venne terminata nel 1974. La sua costruzione fu oggetto di molti litigi tra i vari politici del tempo, anche perché il suo costo iniziale d05 ecuplicò al termine; nonostante ciò viene apprezzata sia dai visitatori che dagli architetti di tutto il mondo.

5

5° Giorno SYDNEY/MELBOURNE/APOLLO BAY

Melbourne – Apollo Bay: 188 km circa

In tempo utile trasferimento con auto privata all’aeroporto. Partenza con volo diretto per Melbourne. All’arrivo ritiro dell’auto a noleggio presso la stazione dell’aeroporto e partenza alla scoperta della leggendaria Great Ocean Road.

Lasciatevi sedurre dalla meravigliosa strada costiera che ondeggia seguendo le scogliere.

La prima tappa è Geelong, poi si incontra Torquay, famosa per le gare di surf.

A Lorne esplorate i numerosi baretti e negozi di questa popolare località di villeggiatura. Proseguite lungo la strada panoramica costiera fino ad Apollo Bay.

AUTO – TOYOTA COROLLA o similare

CONTRATTO: ASSICURAZIONE AER&ACFR CHILOMETRAGGIO ILLIMITATO

RITIRO: AEROPORTO MELBOURNE

RILASCIO: AEROPORTO ADELAIDE

 

Pernottamento presso : Comfort Inn The International***
Durata : 1 Notte
Tipologia di camera : Standard room (camera doppia)
Trattamento : Solo pernottamento

Un’ora e mezzo da Melbourne. Quanto basta per iniziare un’avventura che ha nome Great Ocean Road, la strada che inizia subito dopo Geelong e si snoda lungo la costa sud occidentale del Victoria, addentrandosi non di rado nelle fitte foreste pluviali per poi ritrovarsi in ampie distese pianeggianti.
Bisogna armarsi di macchina fotografica o cinepresa e, di tanto in tanto, fermarsi a cercare di immortalare scorci mozzafiato che si dischiudono davanti agli occhi, capolavori di pietra, gradazioni cromatiche che quasi alterano la vista.

Come accade di solito negli ambienti incontaminati, privi di barriere artificiali ma slanciati verso l’infinito, la natura riesce a diventare artefice di creature inverosimili.

Come costola di Adamo dalla terra, la forza del vento e dell’acqua ha plasmato nel tempo (un tempo di milioni di anni) sculture del tutto singolari, formazioni rocciose che sembrano animate e che, per le particolari forme assunte, hanno ricevuto soprannomi.

Le più famose sono il London Bridge e i Dodici Apostoli.

Il punto più a sud della Strada è Cape Otway, con il faro più antico d’Australia, una specie di traguardo simbolico che viene volentieri fotografato da chiunque giunga sin qui.

6

6° Giorno APOLLO BAY/MT. GAMBIER

Allontanatevi brevemente dalla costa per attraversare gli Otway Ranges. Sostate a Maits Rest per una passeggiata nella foresta pluviale. Ritornate sulla strada costiera, ammirate la maestosità dei Dodici Apostoli i famosi picchi di roccia che emergono dalle acque dell’oceano. A Port Fairy potrete fare un viaggio a ritroso nel tempo, esplorando i candidi cottage, i negozi d’altri tempi e i piccoli pub.
Costruita sul pendio di un vulcano spento, Mount Gambier è circondata da laghi adagiati in antichi crateri, compreso il Blue Lake che ogni anno tra novembre e febbraio cambia misteriosamente colore, tingendosi di un azzurro vivo per alcuni mesi.

Pernottamento presso : Quality Inn International
Durata : 1 Notte
Tipologia di camera : Standard room (camera doppia)
Trattamento : Solo pernottamento

7° Giorno MT.GAMBIER/KANGAROO ISLAND

Dopo Mount Gambier proseguite verso nord fino alla cittadina storica di Penola e alla zona vinicola di Coonawaarra famosa in tutto il mondo per gli ottimi vini, in particolare il cabernet sauvignon. In alternativa proseguite sulla strada costiera e attraversate Kingstone SE ,che vanta uno storico faro sul lungomare.

L’itinerario prosegue fiancheggiando il Parco Nazionale di Coorong , che tutela un mare interno di basse lagune separate dall’Oceano Australe da una penisola e da un habitat di grande importanza per gli uccelli acquatici..

Giungendo all’estremità della penisola di Fleurieu, proseguite per Kangaroo Island. A Cape Jervis, imbarco sul traghetto, alle 19.00, e dopo appena 30 minuti circa sbarcherete a Penneshaw, su Kangaroo Island.

Allo sbarco, proseguimento per l’albergo.

Pernottamento.

Se avete tempo sufficiente potrete, all’arrivo su Kangaroo Island, scorgere nugoli di pinguini che saltellano fuori dall’oceano per mettersi a sonnecchiare tra i cespugli della cittadina di Penneshaw, fenomeno meglio conosciuto come “Pinguine Parade”. Li si scorgono tra le luci rossastre che hanno il compito di renderli visibili all’occhio umano senza infastidirli.

Pernottamento presso : Aurora Ozone Seafront Hotel***
Durata : 2 Notti
Tipologia di camera : Standard room (camera doppia)
Trattamento : Solo pernottamento

Kangaroo Island è la terza isola in Australia per estensione, 155 chilometri di lunghezza e 55 di larghezza.

Essa presenta diverse specie di flora e fauna protette da elementi ed animali ostili, quali volpi e conigli, le quali sono specie non originarie dell’Australia. Questa specie di separazione ha consentito alla flora e fauna del posto di fiorire e prosperare, facendo di Kangaroo Island una delle mete più ricercate per le vacanze nella natura selvaggia.

Kangaroo Island è un luogo davvero spettacolare, dove potete trovare scogliere a strapiombo sul mare tempestoso, quiete spiagge, un oceano color blu sgargiante, vaste formazioni boschive di eucalipto, baie protette e calette nascoste.

Non solo gli echidna, i canguri, i koala, i wallaby ed i pinguini vivono su tutta l’isola, ma queste creature sono anche facilmente disposte all’approccio, facendo un tutt’uno con questa memorabile esperienza di contatto ravvicinato con la natura. Una visita in South Australia non può dirsi completa se non si trascorre del tempo sull’isola.

8° Giorno KANGAROO ISLAND

SEAL BAY
La più rinomata attrazione di Kangaroo Island è il Parco Naturale di Seal Bay, nella costa sud dell’isola. E’ luogo di permanente stanzialità per una colonia di circa 500 rari leoni marini australiani. Particolare importante, questa colonia rappresenta all’incirca il 10% dell’intera popolazione mondiale di questa specie.
I leoni marini di Seal Bay accettano senza problemi la presenza di gente nella loro spiaggia, ed i tour guidati dai Ranger del Parco assicurano un incontro per quanto possible ravvicinato cone queste grandi creature. Alla sommità della passeggiata su piattaforme in legno si trova un eccellente centro informazioni che fornisce tutto quanto serve per la conoscenza intorno alla vita dei leoni marini.

IL PARCO NAZIONALE DI FLINDERS CHASE
Kangaroo Island possiede 18 Parchi Nazionali e Naturali dedicati alla salvaguardia delle sue rare flora e fauna. Il maggiore in estensione di questi è il Parco Nazionale di Flinders Chase, che ad ovest copre la più parte dell’isola con le sue incontaminate foreste e praterie.
La linea costiera irta di scogli è spettacolare, e le acacie, le banksie, ed i tea-tree crescono appena a ridosso di baie intercluse. La zona costituisce un vero paradiso per molte foche, leoni marini, aquile marine, uccelli col pennacchio e numerose altre varietà di flora e fauna. La parte interna del Parco vede la predominanza di foreste di eucalipto, luogo di rifugio una serie di animali quali canguri, wallaby, possum, echidna, goanna ed ornitorinchi. I koala sono altresì numerosissimi sull’isola, che è uno dei pochi luoghi in Australia in cui i visitatori possono ammirarli nel loro habitat.

LE REMARKABLE ROCKS E L’ADMIRAL’S ARCH
L’ambiente marittimo di Kangaroo Island è stato il principale architetto delle sue forme terrestri. In nessun altro posto vi sono tali dimostrazioni di ciò, quanto le bizzarre sculture naturali delle Remarkable Rocks.
Queste massicce formazioni di granito spiccano alte su un promontorio – con le loro contorte, curiose escavazioni create da migliaia di anni di vento, pioggia e spruzzi provenienti dalle onde. Le Remarkable Rocks sono una delle rappresentazioni maggiormente fotografate dell’isola, e sono una vera meraviglia per gli studenti di geologia.
Un’altra icona naturale di Kangaroo Island è l’Admiral’s Arch presso Cape du Couedic. Questo arco roccioso, cesellato dagli elementi, sorge al di sopra di una specie di auditorio costiero naturale che costituisce una zona di rifugio per i leoni marini neozelandesi che pescano nelle acque del circondario e poi si riposano sulle rocce circostanti.

9° Giorno KANGAROO ISLAND/ADELAIDE

Intera giornata dedicata alla visita dell’Isola. Alle 19,30 imbarco da Penneshaw per Cape Jervis, dove si giungerà verso le 20,15 circa. All’arrivo, sbarco e proseguimento per Adelaide. Arrivo in hotel e sistemazione nella camera riservata. Pernottamento.

Pernottamento presso : Mercure Grosvenor Hotel****
Durata : 1 Notte
Tipologia di camera : Standard room (camera doppia)
Trattamento : Solo pernottamento

MERCURE GROSVENOR HOTEL
Il Mercure Grosvenor Hotel Adelaide, dove il comfort, la posizione e il servizio sono a suo premio.

Mercure Grosvenor Hotel Adelaide è situato nel cuore della città di Adelaide, di fronte al Convention Centre di Adelaide Adelaide Casino e nel cuore della vita notturna, il divertimento e chiudere sportivi locali.

La sua posizione lo rende una base ideale per godere della esperienza culturale che Adelaide ha da offrire. Vantando 243, recentemente ristrutturato, sistemazione camere e suite di rilievo questo punto di riferimento 1920, Adelaide hotel offre una vasta gamma di servizi e comfort, ma mantenendo il suo fascino nostalgico australiano.

10° Giorno ADELAIDE/ALICE SPRINGS/KINGS CANYON

In tempo utile trasferimento all’aeroporto con l’auto a noleggio, riconsegna della stessa presso la stazione dell’aeroporto e partenza con volo diretto per Alice Springs. All’arrivo, noleggio dell’auto e partenza per Kings Canyon.

Arrivo nel tardo pomeriggio e sistemazione nella camera riservata.

Cena libera e pernottamento.

Pernottamento presso : Voyages Kings Canyon Resort***
Durata : 1 Notte
Tipologia di camera : Standard room (camera doppia)
Trattamento : Solo pernottamento

1 AUTO – TOYOTA RAV4 o similare

CONTRATTO: ASSICURAZIONE AER&ACFR CHILOMETRAGGIO ILLIMITATO

RITIRO: AEROPORTO ALICE S.

RILASCIO: AEROPORTO AYERS ROCK

 

Il Watarrka National Park è conosciuto universalmente con il nome di Kings Canyon, una possente gola rocciosa che fende la terra fino a una profondità di 270 metri.

Posto sui contrafforti occidentali della catena montuosa dei George Gill Ranges, si trova a circa 300 km a nord-est del parco nazionale Uluru-Kata Tjuta e 310 km a ovest di Alice Springs.

Da Alice Springs, si può arrivare a Kings Canyon percorrendo, a un certo punto, la Meereenie Loop Road (sterrata), fiancheggiata da bellissimi panorami. Possibilità di arrivare a Kings Canyon da Alice Springs su strada tutta asfaltata, ma più lunga.

Il parco è un’importante zona di tutela del patrimonio ambientale e nelle fenditure nella roccia trovano riparo oltre 600 specie di piante e molti animali del luogo. La roccia rossa del canyon, perpendicolare al terreno, svetta per oltre 100 metri sopra palmizi lussureggianti e boschetti di felci e cicadacee incredibili, proteggendoli dall’aridità del deserto circostante.

Cimentatevi in una bella camminata di circa 6 km lungo un percorso circolare effettuabile in 3-4 ore; la prima parte è caratterizzata da numerosi scalini.

Arriverete fin sulla cima, seguendo l’orlo del canyon per ammirare meravigliosi panorami; bellissime le rocce a contrafforti della Lost City; scendete poi attraverso il Garden of Eden, oasi tropicale situata nelle profondità del canyon, caratterizzata da specchi d’acqua e dal verde intenso della vegetazione.

Esiste anche un percorso più breve e più facile che si snoda nella parte bassa del canyon. Il Watarrka National Park, il cui nome in aborigeno si riferisce alla pianta a ombrello che cresce qui, è la terra dove abita la popolazione dei Luritja da oltre 0.000 anni; l’europeo Ernst Giles per primo scoprì quest’area nel 1872.

11° Giorno KINGS CANYON/AYERS ROCK

In mattinata proseguimento del viaggio per Ayers Rock. Arrivo e trasferimento con l’auto a noleggio presso l’albergo, sistemazione nella camera riservata, tempo a disposizione per visitare il Monolito e la zona adiacente. Cena libera, pernottamento in albergo.

Pernottamento presso : Voyages Desert Garden****
Durata : 2 Notti
Tipologia di camera : Standard room (camera doppia)
Trattamento : Solo pernottamento

12° Giorno AYERS ROCK

Soggiorno libero.

Uluru/Ayers Rock, che si erge nell’immensa piana deserticuore dell’Australia centrale, è l’icona naturale più conosciuta di tutta l’Australia.12
Misura 348 metri di altezza e, come un iceberg, la maggior parte della sua massa giace al di sotto della superficie terrestre. Si trova all’interno del parco nazionale Uluru-Kata Tjuta, 440 chilometri a sud-ovest di Alice Springs.

Una cinquantina di Chilometri a ovest di Uluru/Ayers Rock si trova Kata Tjuta, altrimenti noto anche come Monti Olga. Questo imponente gruppo di rocce a cupola ha più di 500 milioni di anni.
Sia Uluru/Ayers Rock sia Kata Tjuta/Monti Olga hanno un grande significato culturale e spirituale per i proprietari tradizionali di queste terra, gli Anangu, che accompagnano i visitatori in escursioni a piedi, durante le quali raccontano della flora e della fauna locali, del cibo ottenuto dai prodotti della terra e narrano le storie relative al Dreamtime aborigeno.

Ayers Rock si trova all’interno del Parco Nazionale Uluru Kata Tjuta, ed oltre ad essere gestito dalla popolazione degli aborigeni, con l’etnia degli Anagu, viene controllato anche dal National Park and Wildlife che, per 99 anni, a partire dal 1985, ne avrà la comproprietà ed offrirà ai visitatori l’opportunità di scalare il massiccio per raggiungere la vetta, cosa per altro non molto gradita agli aborigeni sia perché è un luogo sacro, sia per gli alti livelli di pericolosità e le difficoltà cui si può incorrere.

13° Giorno AYERS ROCK/DARWIN/KAKADU NATIONAL PARK

Nel primo pomeriggio rilascio dell’auto e partenza con volo per Darwin via Alice Springs. All’arrivo noleggio dell’auto presso gli uffici della Hertz all’aeroporto e partenza per il Kakadu National Park.

1 AUTO – TOYOTA RAV4 o similare

CONTRATTO: ASSICURAZIONE AER&ACFR CHILOMETRAGGIO ILLIMITATO

RITIRO: DARWIN AEROPORTO

RILASCIO: DARWIN AEROPORTO

 

Il Parco Nazionale di Kakadu, una vera meraviglia naturale a soli 150 km da Darwin, rappresenta un mondo a parte. È un insieme di lussureggianti foreste tropicali, millenarie formazioni rocciose, zone paludose, cascate e corsi d’acqua perenni: questo e molto altro vi aspetta.

Ricchissima è anche la fauna che conta 25 tipi di rane, 50 di mammiferi, 75 di rettili, 275 d’uccelli e 4500 d’insetti; la sua fama è però dovuta all’abbondanza dei coccodrilli, sia d’acqua dolce che d’acqua salata.

Confinante con il parco di Kakadu, troviamo la spettacolare Terra degli Aborigeni di Arnhem Land, dove le visite sono concesse solo se preventivamente organizzate e con un accompagnatore locale. Oltre alle meraviglie mozzafiato che circondano questa terra, potrete conoscere ed osservare il popolo Aborigeno, apprezzare la sua cultura ed il suo istinto artistico, le cui tracce sono tangibili e visibili grazie alle pitture rupestri. Nel solo parco di Kakadu ne sono state contate più di 5000.

Katherine Gorge si trova 350 km a sud di Darwin, nel Nitmiluk National Park. A bordo di un battello potrete attraversare le gole spettacolari scavate dal fiume Fitzroy. Poi, merita la visita delle grotte di Cutta Cutta, 24 km a sud-est di Katherine. Oppure, potrete partecipare al tour accompagnato delle caverne calcaree, nella stagione asciutta, da maggio ad ottobre.

La Penisola di Coburg, a nord-est di Darwin, raggiungibile a bordo di mezzi fuoristrada o con l’aereo, vi farà assaporare l’avventura della scoperta di un’area selvaggia ed incontaminata.
Il Litchfield National Park, 100 km a sud ovest di Darwin, raggiungibile percorrendo la strada non asfaltata che attraversa la Cox Peninsula o la strada asfaltata che passa per Batchelor, è un’aspra regione che si estende per oltre 163.000 acri e comprende esempi di foresta pluviale, interessante vita animale e formazioni rocciose particolari. Ammirerete spettacolari cascate che hanno origine dalla catena dei monti Tabletop e creano delle piscine naturali ideali per il nuoto durante tutto l’anno.

È facile trovare escursioni organizzate con partenza da Darwin in pullman, auto fuoristrada o con piccoli aerei da turismo

Pernottamento presso : Kakadu Aurora Resort***
Durata : 2 Notti
Tipologia di camera : Superior room (camera doppia)
Trattamento : Solo pernottamento

AURORA KAKADU RESORT
È il il primo albergo all’interno del parco di Kakadu che si incontra arrivando da Darwin, da cui dista 210 km. Dispone di 138 camere, tutte molto confortevoli, semplicemente arredate, ma dotate di veranda privata e fornite di aria condizionata, TV, frigorifero, bollitore per tè e caffè. A disposizione della clientela bar, ristorante, piscina con vasca Jacuzzi, campo da tennis, servizio di babysitting, servizio di lavanderia, parcheggio.

14° Giorno KAKADU NATIONAL PARK

Soggiorno libero.

14Il Parco Nazionale di Kakadu, una vera meraviglia naturale a soli 150 km da Darwin, rappresenta un mondo a parte. È un insieme di lussureggianti foreste tropicali, millenarie formazioni rocciose, zone paludose, cascate e corsi d’acqua perenni: questo e molto altro vi aspetta. Ricchissima è anche la fauna che conta 25 tipi di rane, 50 di mammiferi, 75 di rettili, 275 d’uccelli e 4500 d’insetti; la sua fama è però dovuta all’abbondanza dei coccodrilli, sia d’acqua dolce che d’acqua salata.

Confinante con il parco di Kakadu, troviamo la spettacolare Terra degli Aborigeni di Arnhem Land, dove le visite sono concesse solo se preventivamente organizzate e con un accompagnatore locale. Oltre alle meraviglie mozzafiato che circondano questa terra, potrete conoscere ed osservare il popolo Aborigeno, apprezzare la sua cultura ed il suo istinto artistico, le cui tracce sono tangibili e visibili grazie alle pitture rupestri.

14° Giorno KAKADU/DARWIN

In tarda serata arrivo a Darwin e trasferimento con l’auto a noleggio presso l’albergo vicino all’aeroporto. Sistemazione nella camera riservata, pernottamento.

15° Giorno DARWIN/CAIRNS/GREEN ISLAND

In tempo utile trasferimento con l’auto a noleggio all’aeroporto e riconsegna della stessa presso gli uffici della Hertz. Partenza per Cairns, arrivo e trasferimento libero al porto da dove si prenderà il traghetto per Green Island. Arrivo e trasferimento all’albergo. Sistemazione nella camera riservata, tempo a disposizione. Pernottamento.

Pernottamento presso : Green Island Resort*****
Durata : 6 Notti
Tipologia di camera : Reef Suite (camera doppia)
Trattamento : Pernottamento e prima colazione

GREEN ISLAND RESORT

Green Island si trova a 45 minuti di nave da Cairns. Il Green Island Resort è il più esclusivo della zona, interamente progettato per soddisfare i bisogni della clientela nel massimo rispetto dell’ambiente circostante. L’inserimento armonico delle sue 46 suites (suddivise in Reef Suite ed Island Suite) nella cornice tropicale che lo circonda è una delle caratteristiche che lo rendono così apprezzato.

Fanno da sfondo al resort le magnifiche spiagge bianche e le acque cristalline del Green Island National Park in cui potrete immergervi per ammirare l’animata fauna marina e gli innumerevoli coralli.

A disposizione degli ospiti due piscine d’acqua dolce, un ristorante e servizio di lavanderia.

Il resort offre la possibilità di effettuare snorkelling, gite su barche con fondo di vetro, pesca.

Le camere sono fornite di aria condizionata, ventilatori a soffitto, minibar, film a circuito chiuso, cassetta di sicurezza, asciugacapelli, bollitore per tè e caffè, teli da spiaggia e balcone.

16° – 20° Giorno GREEN ISLAND

21° Giorno GREEN ISLAND/CAIRNS/SYDNEY/AUCKLAND/KERIKERI (BAY OF ISLAND)

In mattinata trasferimento a Cairns, trasferimento all’aeroporto e partenza per Auckland via SYDNEY.

NUOVA ZELANDA

Due grandi isole, l’Isola del Nord e l’Isola del Sud, ed una serie di isole minori agli antipodi rispetto all’Italia, con una superficie di poco inferiore a quella del nostro paese, ma decisamente più spopolate: gli abitanti sono circa tre milioni.

Ed è proprio la scarsità della popolazione ad accrescere il fascino della Nuova Zelanda. Grandiosi panorami alpini con imponenti ghiacciai, foreste subtropicali con felci arboree, vulcani ed estesi fenomeni geotermici, fiordi, spiagge ed isole, oltre ad avere una propria indiscutibile bellezza, sono ancora più spettacolari perché l’armonia del paesaggio naturale non è mai interrotta dalla presenza umana, che però esiste, discreta ed efficiente.

E questo, soprattutto per noi italiani, è la vera affascinante novità. Ghiacciai e foreste subtropicali, vulcani e fiordi, da godersi in splendida solitudine: un paese.

Arrivo ad Auckland, accoglienza da parte della guida parlante italiano. Successivo trasferimento libero con il bus o a piedi al terminal per i voli domestici. Imbarco sul volo per Kerikeri. All’arrivo noleggio dell’auto presso la stazione della Budget all’aeroporto e inizio del viaggio alla scoperta di questo meraviglioso paese.

TIPO DI AUTO: TOYOTA CAMRY O SIMILE

21

CONTRATTO: ASSICURAZIONE AER&ACFR CHILOMETRAGGIO ILLIMITATO

RITIRO: KERIKERI AEROPORTO

RILASCIO: CHRISTCHURCH AREOP.

 

Pernottamento presso : THE WATER FRONT APARTMENTS (PAIHIA)***
Durata : 2 notti
Tipologia di camera : One bedroom apartment
Trattamento : Pernottamento e prima colazione

Bay of Islands, questo fu il nome dato dal Capitano James Cook per descrivere quest’area, oltre 2000 anni fa.

Nella Baia, costellata da oltre 150 isole, il mare ha invaso e sommerso un grande numero di fiumi e vallate. La regione è ricca di di meravigiose aree riparate in cui è possibile svolgere attività nautiche e pesca.

La Bay of Islands fu il primo insediamento dei Missinari Cristiani e Russel, oggi tranquilla cittadina di pescatori, fu sede della prima capitale della Nuova Zelanda.

22° Giorno BAY OF ISLANDS

Intera giornata dedicata alla visita della Baia.

23° Giorno BAY OF ISLANDS/AUCKLAND

(Approssimativamente 3 ore e mezza di viaggio)
In tempo utile partenza per Auckland. Lungo la strada vi consigliamo una sosta a Waipu Cove Beach. Arrivo ad Auckland in serata, pernottamento.

Pernottamento presso : STAMFORD PLAZA*****
Durata : 2 notti
Tipologia di camera : Suoperior room
Trattamento : Pernottamento e prima colazione

Stamford Plaza*****
Tutte le camere sono dotate di aria condizionata, accappatoi , film in camera, asciugacapelli, accesso internet oltre a tanti altri comfort. Questo favoloso hotel a Auckland è inoltre dotato di servizio in camera (24 ore su 24), negozi, servizio lavanderia, cassette di sicurezza, strutture per disabili, servizio baby-sitter.

Dopo una giornata di lavoro o in esplorazione, ci si può rilassare con massaggio, sauna. Questa affascinante residenza è da sempre una delle preferite a Auckland sia per chi viaggia per affari che per i turisti.

La città di Auckland si estende per oltre 100 kmq, tuttavia è l’antivo porto e la zona immediatamente a ridosso di esso che esercitano il maggior fascino sul turista e che contengono le più importanti testimonianze artistiche e culturali della città.

La zona, chiamata dagli abitanti Waterfront è racchiusa tra ll Viaduct Harbour e Customs Street. All’interno di essa si trovano l’Old Customhouse, un imponente edificio in stile rinascimentale francese che oggi ospita un duty-free; le terme di Tepid Baths e la New Zeland National Marittime Museum, che espone una imponente collezione di barche, dalle canoe aborigene alle baleniere di fine secolo.

Poco fuori della zona del porto, nel quartiere racchiuso tra le centralissime Queen Street e Hobson Strett , si trovano l’Old Government House, ora struttura universitaria ma un tempo sede del governo neozelandese ai tempi di Auckland capitale; l’Auckland Art Gallery, che contiene una collezione di oltre 10.000 opere d’arte provenienti da tutto il mondo; e la Sky Tower, una splendida struttura alta oltre 300 metri che è una delle maggiori attrattive turistiche della città.

I dintorni di Auckland permettono al turista di scegliere tra numerose attività.

Le spiagge e le coste offrono la possibilità di dedicarsi agli sport acquatici preferiti, nuoto, canoa, surf ed immersioni mentre gli splendidi parchi offrono l’opportunità di rilassarsi nei boschi e nei giardini osservando specie animali rare e preziose. Per gli amanti dei parchi tematici ci sono i gustosi Kelly Tarlton’s Underwater Park, Auckland Zoological Gardens e il Rainbow’s End Adventure Park, ideali per famiglie e bambini, dove si possono passare giornate divertendosi ed imparando qualcosa sulla ricchezza della natura della regione.

Da Auckland si può prendere il battello per una escursione verso le isole di Rangitoto e Motutapu, a nord della costa.

24° Giorno AUCKLAND

Tempo a disposizione per visitare la città. Pernottamento.

25° Giorno AUCKLAND/PAUANUI

(Approssimativamente 3 ore di viaggio)
Dopo la prima colazione in albergo, partenza verso sud per la Penisola di Coromandel. La penisola di Coromandel è piena di contrasti, le onde dolcemente lambiscono le spiagge dorate o si infragono rumorosamente contro le rocce ai peidi di una ripida scogliera. Visitate Hot Water Beach o Cathedral Cove, raggiungibile o a piedi o in barca, è un “must to see” nella penisola di Coromandel.
Pernottamento a Pauanui.

Pernottamento presso : GRAND MERCURE PUKA RERSORT ****
Durata : 2 notti
Tipologia di camera : Treehut Chalet
Trattamento : Pernottamento e prima colazione

Grand Mercure Puka Park Resort
Grand Mercure Puka Park Resort è facilmente accessibile nella zona di Pauanui Beach, in Mount Avenue Pauanui Beach, Pauanui 2821 New Zealand, e rappresenta un ideale trampolino di lancio per godervi le attrazioni turistiche di Penisola di Coromandel, nella certezza che il vostro soggiorno sarà un punto saliente della vostra visita in Nuova Zelanda.

Coromandel Peninsula: la spettacolare Mercury Bay e’ uno stop obbligato, con le spiagge di Cathedral Cove e Hot Water Spring, il cui nome deriva dalle sorgenti termali che ribollono sotto la sabbia.

26° Giorno COROMANDEL

Giornata a disposizione per visitare la penisola di Coromandel.

26° 27° Giorno COROMANDEL/ROTORUA

In tempo utile partenza per Rotorua via Waihi, una delle città d’estrazione d’oro della Nuova Zelanda.

Rotorua si trova all’interno dell’Isola del Nord, in una zona caratterizzata da un’importante attività geotermica. Inconfondibile è l’odore di zolfo nell’aria; geyser e nubi di vapore conferiscono al territorio circostante un’ incredibile atmosfera da inferno dantesco.

Le 4 più importanti aree con attività geotermica sono: Whakarewarewa, Waimangu, Waiotapu e Hell’s Gate.

Il villaggio di Whakarewarewa è una delle aree termali più attive di Rotorua; là troverete il geyser di Pohutu la cui eruzione si attiva circa 20 volte al giorno e può raggiungere un’altezza di 30 metri. Altre attrazioni a Whakarewarewa includono le pozze di fango caldo, le sorgenti di acqua calda e le sorgenti Maori.

Il cosiddetto “Cratere dell’Inferno” è il punto culminante della valle vulcanica di Waimangu; il vapore acqueo e le lisce pareti del cratere offrono una vista sbalorditiva.

Vicino a Waimangu si trova l’area termale denominata Waiotapu, dove si ammirano crateri fumanti, pozze d’acqua bollente e numerosi geyser contraddistinti dai nomi più strani come “la bocca del diavolo”, “la tavola del pittore”, “l’inferno di fuoco” e via dicendo.

Ma l’attrazione che lascia davvero senza fiato è una grandissima piscina che sorge nel mezzo di una pianura calcarea. L’acqua al suo interno sfiora i 100 °C, provocando una fortissima evaporazione e spargendo ovunque pesanti nuvole di vapore acqueo.

Se programmate la vostra visita per le 10,15 di mattina, sarete premiati con la visione dell’eruzione giornaliera del geyser “Lady Knox”.

Hell’s Gate è caratterizzato da un’intensa attività termale. Scoprirete come non ci sia nulla di così rilassante come bagnarsi in una piscina di calda acqua minerale.

Pernottamento presso : DUXTON HOTEL OKAWA BAY****
Durata : 1 notte
Tipologia di camera : Lake view room
Trattamento : Pernottamento e prima colazione

28° Giorno ROTORUA/TONGARIRO

(Approssimativamente 2 ore di viaggio)
Partenza verso Sud, tempo a disposizione per qualche passeggiata e proseguimento verso il Tongariro National Park e Palmerston North. Pernottamento.

Pernottamento presso : BAYVIEW CHATEAU TONGARIRO****
Durata : 1 notte
Tipologia di camera : Standard room
Trattamento : Pernottamento e prima colazione

Tongariro National Park . Il parco nazionale di Tongariro comprende l’altopiano vulcanico centrale dell’Isola del Nord e costitutisce un campo enorme per le attività all’aperto.

In estate i camminatori ed escursionisti attraversano il paesaggio aspro e seducente mentre i fiumi ghiacciati offrono sfide per chi vuole fare canoa o il “white water rafting”. In inverno, quando le montagne sono coperte di neve, diventa la meta di sci più prestigiosa dell’Isola del Nord. Il Parco è dominato da tre vulcani attivi, Ruapehu, Ngauruhoe e Tongariro.

29° Giorno TONGARIRO/WELLINGTON

(Approssimativamente 4 ore e mezza di viaggio)
In mattinata partenza per Wellington, via Waiouru, Taihape, Bulls , Sanson, Foxton e Waikanae.
Da Waikanae proseguite sulla State Highway 1 fino a Paraparaumu e Porirua, che vi farà arrivare direttamente in centro città.

Pernottamento presso : COPTHORNE HOTEL ORIENTAL BAY ****
Durata : 1 notte
Tipologia di camera : Standard room
Trattamento : Pernottamento e prima colazione

Copthorne Oriental Bay Hotel
Il Copthorne Oriental Bay Hotel è vicino a tutto ciò che Wellington ha da offrire e si trova a solo 10 km (6 miglia) dall’aeroporto internazionale di Wellington.

Gli ospiti potranno usufruire dei migliori comfort di cui è dotata ciascuna delle 115 camere di questo famoso hotel a 3.5-stella. In ogni camera gli ospiti troveranno camere non fumatori, asciugacapelli, accesso internet, asse da stiro, televisione.

Inoltre, la struttura di Wellington dispone di servizio in camera (24 ore su 24), caffè, bar, servizio lavanderia, sala ricevimenti, ristorante.

Gli ospiti possono usare le strutture sportive e ricreative come piscina (coperta), sala corpo libero presenti in questo hotel. Offrendo ospitalità sin dal 1970, questo hotel unisce un servizio di prim’ordine alle comodità più moderne.

Wellington divenne capitale della Nuova Zelanda nella metà del XIX secolo, quando il governo britannico decise di spostare qui la sede della sua rappresentanza, che fino ad allora era stata a Auckland.

Wellington, semplice villaggio di agricoltori, si trasformò rapidamente in una città ricca e funzionale, capace di accogliere la crescente immigrazione proveniente da tutto il mondo. Pur essendo la capitale, è molto più piccola di Auckland, contando solo circa 400.000 abitanti. A causa della sua posizione, esposta a sud sullo stretto di Cook, che la separa dall’Isola de Sud, Wellington è spesso battuta dai venti freddi provenienti dall’Antartico.

Il centro storico della città sorge intorno a Lambton Harbour, un tempo zona industriale del porto e oggi riconvertita a luogo di aggregazione frequentato volentieri da residenti e turisti. La Civic Square, area pedonale ricavata dalla riorganizzazione della rete stradale, è diventata uno dei punti focali della vita cittadina, con la caratteristica pavimentazione beige e arancione, i numerosi locali che vi si affacciano e la splendida sfera-felce che, legata con fili quasi invisibili, sembra sospesa in aria sopra la piazza.

Lambton Quay è la classica via dello shopping, ricca di centri commerciali, negozi alla moda, locali di ritrovo, ristoranti multietnici; da essa si dirama il Cable Car, la funicolare che porta ai Botanic Gardens, il miglior punto per osservare il panorama della città.

I quartieri collinari sono ricoperti da fitte schiere di villette, per lo più in legno di kauro e in prevalenza a due piani, risalenti ai primi del Novecento, caratterizzate da tinte vivaci, verande al piano terra, tetti a spiovente e balconi con balaustra.

Il Museum of New Zealand, più noto come Te Papa Tongarewa (“Il Nostro Luogo” in lingua Maori), è il museo della storia e delle culture della Nuova Zelanda.

Allestito secondo le più moderne concezioni nel 1998, è da considerarsi una scommessa vinta: si decise infatti di renderne gratuito l’accesso con la richiesta di un contributo volontario e, ad oggi, gli incassi hanno abbondantemente coperto le spese.

30Su cinque piani si sviluppano collezioni di manufatti, ricostruzioni dei vari habitat del Paese, percorsi interattivi, simulazioni di fenomeni naturali, un viaggio virtuale nel futuro, tutti aspetti che rendono il museo attraente anche per i più piccoli.

30° Giorno WELLINGTON/PICTON/KAIKOURA

(Approssimativamente 2 ore di viaggio)
In mattinata consegnerete la vostra auto a noelggio alla stazione della Budget situata al terminal del traghetto a Wellington. Vi imbarcherete sul traghetto per Picton dove arriverete dopo circa 3 ore di navigazione, attreversando lo stretto di Cook. Noleggio dell’auto presso la stazione della Budget a Picton e proseguimento del viaggio verso Kaikoura, dove si sosta per la notte.

Pernottamento presso : THE FAIRWAYS AT OCEAN RIDGE ****
Durata : 2 notti
Tipologia di camera : One bedroom apartment
Trattamento : Pernottamento e prima colazione

31

31° Giorno KAIKOURA

Intera giornata a disposizione.

Kaikoura è famosa per l’osservazione delle balene, potete quindi approffitarne per fare un tour osservando questi meravigliosi mamifferi.

32° Giorno KAIKOURA/CHRISTCHURCH

(Approssimativamente 2 ore e mezza di viaggio)
In tempo utile partenza per Christchurch. Arrivo nel tardo pomeriggio, sistemazione nella camera riservata. Pernottamento.

Pernottamento presso : MILLENIUM HOTEL CHRISTCHURCH****
Durata : 2 notti
Tipologia di camera : Superior Cathedral Square view room
Trattamento : Pernottamento e prima colazione

Christchurch è la città più importante dell’Isola del Sud con circa 350.000 abitanti.

Il suo fascino risiede in un mix di vecchio e nuovo: è una città moderna ma conserva l’impronta di un glorioso passato coloniale. Qui regna un’atmosfera molto inglese, con la cattedrale anglicana sulla piazza principale e le aiuole ben curate, gli edifici in stile gotico e gli studenti del Christ’s College impegnati in partite di cricket o regate di canottaggio sul fiume Avon. La città infatti fu fondata nel 1850 per volontà della Church of England con l’intenzione di creare un’oasi di Inghilterra nel Pacifico.

Al centro della città si erge la Christchurch Cathedral, la cui piazza è animata da suonatori e artisti di strada. Lungo il fiume si trovano i Botanic Gardens, che raccolgono esemplari di tutte le specie di piante presenti sull’isola. Poco lontano, il Canterbury Museum conserva testimonianze della colonizzazione insieme a un’interessante collezione di uccelli impagliati e di insetti.

33° Giorno CHRISTCHURCH34

34° Giorno CHRISTCHURCH/AUCKLAND/LONDRA

In serata trasferimento con l’auto a noleggio all’aeroporto, riconsegna della stessa presso la stazione dell’aeroporto e imbarco sul volo per Londra via Auckland.

LONDRA/MILANO

Arrivo a Milano Malpensa, ritiro del bagaglio, fine del viaggio e dei nostri servizi.

Stampa questo programma
Torna alla pagina precedente

Siamo spiacenti non ci sono ancora valutazioni per accommodation.