Disponibilità

We are sorry, this accommodation is not available to book at the moment

Descrizione

La Micronesia è morfologicamente formata dagli arcipelaghi delle Isole Marianne, Marshall e Gilbert.

Questi territori, sono amministrati dagli Stati Uniti per mandato fiduciario delle Nazioni Unite. In particolare Guam è territorio degli Stati Uniti non incorporato, Saipan fa parte delle Marianne settentrionali, una sorta di Commonwealth degli Stati Uniti; Yap, Chuuk, Pohnpei e Kosrae appartengono agli Stati Federati di Micronesia, in amministrazione fiduciaria agli Stati Uniti dal 1947; le isole di Palau costituiscono la Repubblica di Belau ed hanno ottenuto la semi indipendenza.

In tutta la Micronesia la moneta corrente è il dollaro statunitense. La lingua ufficiale è l’inglese; gli indigeni parlano dialetti Chamorro differenti da isola a isola tanto da rendere problematici gli scambi culturali.

La religione è prevalentemente cattolica.

L’economia delle isole minori si basa sulla raccolta della copra, in quelle principali invece vengono coltivati granoturco, patate, taro, manioca e frutta. Molto praticati sono la pesca e l’allevamento del bestiame.

Guam, Saipan e Palau, sono le uniche sole, per il momento, a puntare al turismo internazionale offrendo strutture di alta qualità. Delle 2141 isole che compongono la Micronesia solo 8 hanno un aeroporto. Un collegamento costante con le altre isole è assicurato solo da una nave postale americana che tocca un paio di volte all’anno quelle più abitate, più che altro per mantenere in vita il servizio postale, che una legge statunitense vuole necessario per poter rivendicare la sovranità sulla Micronesia.

La gente è di una gentilezza difficile da trovare altrove, per loro il visitatore straniero costituisce ancora una curiosità e soprattutto una rara occasione di contatto con il resto del mondo , in queste isole si sono svolte durante la seconda guerra mondiale delle battaglie navale di estrema crudeltà tra la marina americana e quella giapponese, una delle piccole isole delle marianne settentrionale è tristemente famosa perche è da li che è decollato l’aereo che ha sganciato la bomba su herochima e nakasaki.

Oggi la Micronesia vive in piena pace con se stessa e con il mondo e ospita ogni anno centinaia di sub provenienti da tutto il mondo per ammirare la grandissima ricchezza dei fondali marini popolarissimi di relitti (bombardieri – grandissimi navi da guerra – navi cisterne etc…) ancora intatti con tutto il loro carico ormai abita naturale di una fauna sottomarina di incomparabile bellezza.

GIORNO 1 MILANO/TOKYO/GUAM
Arrivo a Guam in nottata e trasferimento immediato in albergo, sistemazione nella camera riservata e pernottamento.

Sistemazione presso : HOLIDAY RESORT****
Durata : 1 Notte
Tipologia di camera : CAMERA DOPPIA STANDARD
Trattamento : SOLO PERNOTTAMENTO
Trasferimenti : INCLUSI DA/PER L’AEROPORTO

HOLIDAY RESORT & SPA GUAM
Situato nella capitale Agana, sulla belissima baia di Tumon, è un elegante albergo dalle linee classiche in stile europeo con scalinate di marmo, una maestosa lobby e finestre a cupola.
La struttura è disposta su 11 piani e offre 252 camere di varia tipologia, affacciate sia verso il mare sia verso la montagna.

Tutte le camere hanno un balcone privato e sono fornite di frigorifero, TV, cassaforte, attrezzatura per tè e caffè.

A disposizione degli ospiti vi è una piscina coperta situata al quinto piano e un raffinato ristorante, il Seoul Jung, specializzato in cucina coreana. Un esclusivo centro benessere di tradizione balinese offre agli ospiti massaggi e bagni profumati rilassanti.

Guam, a 4 ore di volo da Manila, è la porta della Micronesia. L’isola fa parte geograficamente dell’arcipelago delle Marianne, di cui è l’isola più grande (541 kmq) e la più meridionale. Territorio degli Stati Uniti d’America, è una combinazione unica del carattere dinamico e moderno degli Stati Uniti e della rilassante natura micronesiana. La città principale e capoluogo del territorio è Agana (Hagatna), che si trova al centro della costa occidentale dell’isola. L’isola è circondata da una barriera corallina.

La maggior parte della popolazione risiede nelle zone centrale e settentrionale. L’economia di Guam è basata sulla presenza delle istallazioni militari statunitensi. Si sono sviluppati anche i settori della cantieristica navale e della raffinazione del petrolio. Importanti anche l’agricoltura (granoturco, batata, taro, manioca, ortaggi, agrumi, frutta, canna da zucchero, banane, noci di cocco), l’allevamento (bovini e suini) e la pesca.sub

L’industria turistica è in forte espansione.

GIORNO 4 GUAM/KOSRAE

KOSRAE.

L’isola, di origine vulcanica, misura 109 kmq e l’interno è coperto dalla foresta tropicale. La costa è frastagliata e intervallata da spiagge sabbiose e paludi di mangrovie. Caratteristica unica di Kosrae rispetto alle altre isole della Micronesia è che si tratta di un’isola solitaria, mentre le altre isole sono parte di arcipelaghi.

Gli abitanti sono persone semplici e ospitali.

Sul vicino isolotto di Lelu vi sono imponenti rovine che risalgono al XIV secolo quando l’isola era un importante centro religioso. Nel punto più alto dell’isola vi sono numerose grotte e tunnel utilizzati dai giapponesi durante la seconda guerra mondiale.

A Kosrae vi è un’intatta barriera corallina in prossimità della costa, adatta per gite in barca o immersioni. Un’indimenticabile esperienza è percorrere in canoa i corsi d’acqua che attraversano le foreste di mangrovie secolari lungo la costa e all’interno dell’isola.

I voli tra Guam e Honolulu fanno generalmente scalo a Kosrae e vi sono piccoli aerei che collegano l’isola con Pohnpei e con il vicino atollo Majuro nelle Isole Marshall.

Si consiglia di noleggiare un’auto durante il soggiorno a Kosrae poiché non vi sono mezzi pubblici di trasporto.

E’ tuttavia facile sentirsi offrire un passaggio dagli isolani, se uno è appiedato.

L’isola è sovrastata dal monte Finkol, alto 625 m, che è considerato la cima di una montagna sottomarina che si inalza dagli abissi dell’oceano. Gli appassionati di escursioni sono invitati ad arrampicarsi sulla cima per godersi un panorama indimenticabile.

Sistemazione presso : PACIFIC TREELODGE RESORT***
Durata : 3 Notti
Tipologia di camera : STANDARD ROOM
Trattamento : SOLO PERNOTTAMENTO
Trasferimenti : INCLUSI DA/PER L’AEROPORTO

Riposare, rilassarsi e dormire in un luogo fresco, comfort pulita, in cottage arroccato sul bordo degli alberi di mangrovie. Ogni camera ha due letti queen size, aria condizionata, frigorifero, mini bar, TV via cavo e servizio di pulizia. Saremo i padroni di casa in splendida avventura subacquea. I nostri Istruttori PADI sono esperti che hanno insegnato in tutto il mondo, tra cui soggiorni in Sud-est asiatico, l’Atlantico, il Mediterraneo, il Mar Rosso e nel Pacifico.

Offriamo una vasta gamma di attività affascinante, dai trekking nella giungla lussureggiante percorsi per arrivare alla cascate bello turismo siti giapponesi della seconda guerra mondiale come rifugi e grotte. Ci sono molti siti importanti antropologico su Kosrae, come le rovine Lelu e le rovine Menke, dove si possono vedere antichi insediamenti a partire dal momento dei capi Kosrae, molte centinaia di anni fa. Fate un giro di mangrovie in una piroga a bilanciere tradizionale Bully Restaurant, dove i canali di mangrovie sinuose farsi strada attraverso imponenti, alberi contorti.for

GIORNO 7 KOSRAE/POHNPEI

In tempo utile trasferimento all’aeroporto e partenza per Pohnpei. Arrivo e trasferimento in albergo, sistemazione nella camera riservata e pernottamento.

POHNPEI.

Isola giardino della Micronesia, è unica, nel Pacifico centrale, per le sue cascate, per le sue piscine naturali, fresche e tranquille e per le sue fitte foreste tropicali con palme giganti e più di 40 specie di uccelli.

L’isola principale, 334 kmq, è la più estesa di tutti gli Stati Federati di Micronesia.

La costa è frastagliata e paludosa.

Nella laguna tra l’isola principale e la barriera corallina si trovano molti isolotti con belle spiagge.

Affascinante è la misteriosa Nan Madol, antica città di pietra risalente al 1300 circa. Costruita su canali, è testimonianza della grande attività dei suoi antichi abitanti.

La città principale è Kolonia (la K iniziale è un’eredità del passato dominio tedesco), poco più di un villaggio per gli standard occidentali.

L’isola ospita anche la capitale della Confederazione della Micronesia, Palikir, città nuova, progettata a questo fine, circondata dalla giungla.

Da vedere è Kapingamarangi, un villaggio abitato da polinesiani trapiantati il cui stile di vita è completamente diverso da quello degli altri abitanti di Pohnpei. Kapingamarangi offre inoltre uno degli artigianati più belli di tutta la Micronesia.

Lo spettacolo naturale più imponente di Pohnpei è Sokehs Rock, una parete di basalto liscia e verticale alta 180 metri.

Sistemazione presso : HOTEL THE VILLAGE***
Durata : 4 Notti
Tipologia di camera : CAMERA DOPPIA STANDARD
Trattamento : SOLO PERNOTTAMENTO
Trasferimenti : INCLUSI DA/PER L’AEROPORTO

Estremamente elegante nella semplicità e nella tipicità, è composto da 22 bungalows di legno immersi nel verde aventi un arredamento sobrio, materassi ad acqua, finestre prive di vetri ma dotate di zanzariere (la temperatura non scende mai sotto i 20°C). Splendida la vista dalla terrazza, che ospita il “Tattooed Irishman Bar” e il ristorante.

Dal molo dell’albergo partono escursioni per Nan Madol e, per i subacquei, escursioni guidate verso i fondali più spettacolari.

GIORNO 11 KOSRAE/SAIPAN(NORTHERN MARIANE ISLANDS)

Territorio del Commonwealth degli USA, le Marianne Settentrionali comprendono l’intero arcipelago delle Marianne tranne l’isola di Guam considerata territorio americano a tutti gli effetti.

Le Marianne settentrionali mantengono stretti legami con gli USA dai quali ricevono consistenti aiuti di tutti i generi. Il turismo, benchè indispensabile fonte di reddito, ha purtroppo accelerato il declino della tradizionale economia di agricoltura sussistenziale.

La maggior parte degli abitanti è concentrata nell’isola di Saipan intorno alla quale vi sono alcuni tra i più bei atolli del mondo per limpidezza delle acque, ricchezze dei fondali e bellezze delle spiagge.

L’isola di Saipan è dotata di un’ottima struttura alberghiera gestita direttamente da alcune delle famose catene alberghiere americane.

Sistemazione presso : HOTEL HYATT REGENCY SAIPAN*****
Durata : 4 Notti
Tipologia di camera : CAMERA DOPPIA SUPERIOR
Trattamento : SOLO PERNOTTAMENTO
Trasferimenti : INCLUSI DA/PER L’AEROPORTO

Uno dei migliori alberghi di Saipan, sorge sulla bellissima Micro Beach, circondato da un giardino tropicale di 6 ettari.

Come tutti gli alberghi di questa famosa catena si distingue per l’ampiezza delle sue camere, l’ottimo arredamento e l’eccellente servizio che viene offerto agli ospiti. Dispone di 315 camere e suite fornite di balcone privato, TV satellitare, minibar, aria condizionata regolabile.

A disposizione degli ospiti piscina, centro benessere, 4 ristoranti, di cui uno italiano, 3 bar, campi da tennis.

Un esclusivo centro massaggi, la I Saguà Spa, offre una vasta gamma di trattamenti rilassanti e rigeneranti per la faccia e per il corpo.

Tra le attività proposte il golf e, naturalmente, il diving in alcuni dei fondali più belli del Pacifico.

GIORNO 15 SAIPAN/GUAM/TOKYO

IL GIAPPONE

inizioDa sempre importante partner commerciale, il Giappone è stato finalmente anche scoperto come nuova meta turistica.

Un paese tutto da scoprire: gli enormi schermi televisivi, i grattacieli ed i centri commerciali ultramoderni, i telefonini “microscopici”, le ultime novità dell’elettronica, i treni “proiettile” fanno da contrasto alle vecchie abitazioni (alcune delle quali ancora in legno), ai piccoli ristoranti tipici a conduzione familiare, alle signore che camminano per la Ginza (il centro di Tokyo) indossando il kimono, ai vecchi templi e santuari che spesso sono situati in pieno centro città.

I numerosi voli diretti dall’Italia che consentono di raggiungere il paese del Sol Levante in ormai solo 12 ore di volo e la possibilità finalmente di prevedere pernottamenti e spostamenti lungo le isole di Honshu, Shikoku, Kyushu ed Hokkaido a costi contenuti, dovrebbero essere le giuste premesse per stimolare il viaggiatore.

Da non dimenticare la possibilità di concludere il viaggio con un soggiorno balneare nell’esotica isola di Okinawa.

Sistemazione presso : PENINSULA TOKYO HOTEL*****
Durata : 3Notti
Tipologia di camera : CAMERA DELUXE
Trattamento : PERNOTTAMENTO E PRIMA COLAZIONE
Trasferimenti : INCLUSI DA/PER L’AEROPORTO

The Peninsula Tokyo è un grande hotel di lusso situato nel centro della città e nelle vicinanze del Tokyo International Forum, del Tokyo Takarazuka Theatre e dell’Imperial Garden Theatre.

Questo hotel a cinque stelle offre interni di moderno design ed un eccellente livello di servizi.

Mentre la maggior parte dei grandi hotel di Tokyo occupano gli ultimi piani dei grattacieli, il Peninsula dispone di lobby al piano terra.

La sua posizione, a Marunouchi, è unica ed eccezionale, accanto ai Giardini Imperiali, offre uno splendido panorama di giorno e di notte, un’oscurità assoluta, molto rara a Tokyo. La zona commerciale di Ginza è raggiungibile facilmente con i mezzi pubblici oppure farsi trasportare con una delle BMW o delle Rolls-Royces dell’hotel.

L’hotel dispone di 314 camere e suite, molto spaziose ed arredate in stile moderno e originale.

Tutte le camere sono dotate di magnifica vista e di tutti i comfort tradizionali e tecnologici che ci si può aspettare da un hotel di lusso, come la connessione ad internet wireless gratuita ed il televisore a schermo piatto.

Tra i servizi a disposizione degli ospiti: un ristorante al 24° piano molto alla moda con vista mozzafiato, un bar e lounge, ed un centro benessere, ESPA spa, completo di trattamenti, area relax, sauna, aromaterapia, bagno turco e massaggi, fitness centre con piscina interna, jacuzzi e palestra attrezzata.

TOKYO
E’ la città asiatica che offre le più ampie possibilità per fare shopping, i suoi immensi centri commerciali sono aperti tutti i giorni della settimana con una scelta di oggetti che comprende materiale elettronico, hi-fi, macchine fotografiche, ma anche souvenir tipici dell’artigianato locale come le ceramiche, i ventagli o i parasole, gli oggetti laccati, le bambole, il kimono (uno dei capi d’abbigliamento più famosi del Giappone), i giocattoli, e le famose perle coltivate.

I centri per acquisti sono numerosi nella capitale: Shibuya, Shinjuku, Ikebukuro e la Ginza, a Ueno e Nihonbashi si possono trovare molti negozi e grandi magazzini.

Akihabara è la zona più indicata per fare acquisti a buon prezzo di articoli d’elettronica, i migliori prezzi per le apparecchiature fotografiche si trovano a Shinjuku presso “Yodobashi Camera” e Sakuraya Camera”.

Per quanto riguarda i mercati dell’antiquariato a Tokyo segnaliamo il Mercato dell’antiquariato al Santuario Togo, vicino alla stazione di Harajuku, la prima e quarta domenica del mese.

Il Mercato dell’antiquariato al Santuario Meiji, vicino alla Stazione Nogizaka, la seconda domenica del mese.

Il Setagaya-Boro-ichi a 5 minuti dalla stazione omonima, il 15/16 dicembre e in gennaio, è una tradizione che dura da 400 anni.

Ed infine l’Heiwajima Komingu Kotto-sai, presso il Tokyo Ryutsu Center, Heiwajina, è una grande fiera dell’antiquariato che si svolge due volte l’anno in primavera e in autunno, con la partecipazione di oltre 250 negozi.

Ai più intraprendenti ed a chi non ha paura di perdere qualche ora di sonno, suggeriamo vivamente l’esperienza unica che offre la visita al mercato del pesce di Tsukiji.

L’ingresso è libero ed il mercato è aperto dalle 04.00 alle 11.00 di quasi tutti i giorni (suggeriamo in ogni caso di recarvi verso le ore 06.00), può essere raggiunto con la linea della metropolitana O-Edo scendendo alla fermata Tsukiji Shijo.

GIORNO 18 TOKYO/MILANO

Come da operativo voli

Stampa questo programma
Torna alla pagina precedente

Siamo spiacenti non ci sono ancora valutazioni per accommodation.