Availability

Availability extra text

General

La laguna e i fondali dell’oceano che circonda l’isola di Tahiti offrono spettacolari attrazioni subacquee e numerosi luoghi indicati per le immersioni.
Subacquei di ogni livello troveranno innumerevoli spunti per soddisfare la loro curiosità e, inoltre, potranno sviluppare le loro capacità partecipando ai diversi corsi (CMAS, PADI, SSI…) offerti dai centri diving.

Potrete vedere:
Squali, tutto l’anno;
Relitti: una goletta in legno affondata nel 1976 e un acquaplano affondato nel 1962;
Spettacolari strapiombi ricchi di una fauna variegata e coperti di gorgonie;
Balene, da luglio a novembre.

Principali siti subacquei di Tahiti
1) L’Acquario: Laguna, profondità massima 12 m.
2) I Relitti: Laguna, profondità massima 26 m.
3) Strapiombo di St. Etienne: Oceano, profondità massima 60 m.
4) La Sorgente: Oceano, profondità massima 25 m
5) Te Maruata: Oceano, profondità massima 25 m.
6) Il Foro della Laguna: Laguna, profondità massima 27 m.
7) Le Gorgonie: Oceano, profondità massima 50 m
8) Le Vavi: Oceano, profondità massima 60 m
9) La Marado: Oceano, profondità massima 60 m


 
Torna a Tahiti

Stampa questo programma
Back to previus page

Accommodation review scores and score breakdown

8 / 10

Based on 1 reviews

Guest reviews are written by our customers after their stay at Immersioni a Tahiti.

Pulizzia
8   
Comfort
8   
Ubicazione
8   
Personale
8   
Servizi
8   
Qualità prezzo
8   
Organizzazione
8   

Guest reviews

  • Amministratore BluMade
    2015-01-13

    Commento Positivo

    Commeto negativo

Tahiti

Tahiti

Torna alle Isole della Società
 
Tahiti, con una superficie di 1040 kmq, è la più grande isola dell’arcipelago della Società e unisce le bellezze selvagge della natura a strutture turistiche modernissime.
Arrivando sull’ isola, fin dal primo momento, vi renderete conto di entrare in un mondo diverso: i colori, i profumi, i suoni, le voci, la gente, tutto vi darà l’impressione di non essere soltanto arrivati in un posto incantevole, ma di vivere un’esperienza che vi porterete dentro per sempre.

Papeete, capitale e centro politico della Polinesia Francese, è costruita su di una sottile fascia costiera ed è caratterizzata dall’architettura ricercata delle fastose abitazioni. Papeete offre numerose occasioni per conoscere lo stile di vita polinesiano con le sue molteplici sfaccettature. Il suo mercato variopinto, i suoi musei, la sua discreta ma vivace vita notturna e le sue feste tradizionali, tra cui la celebre Tiurai, in luglio, fanno di questo luogo un autentico paradiso terrestre da esplorare. Papeete assorbe poco a poco la popolazione delle isole e si ingrandisce sempre più per contenere i suoi 140.000 abitanti. Vale la pena di scoprire le sue strade, le case, la cattedrale inaugurata il giorno di Natale del 1875 dopo 5 anni di lavoro.

Il territorio di Tahiti è ripartito tra le isole di Tahiti Nui, Tahiti la “grande”, attraversata da profonde vallate e Tahiti Iti, la “piccola”, separate dallo stretto di Taravao. Il profilo dell’isola è montuoso e caratterizzato dalle falesie costiere, paradiso per escursionisti e appassionati di outdoor attratti dalle cime più belle: quelle dell’Orohena (2.241 m), dell’Aorai (2.066 m), del Diadema (1321 m) e del monte Marau (1.493 m). Il paesaggio è ricchissimo di vallate selvagge, imponenti cascate, grotte misteriose e siti archeologici impregnati di leggenda. Da vedere l’alta vallata della Papenoo, che conduce al colle della Maroto e al lago vulcanico della Vahiria, ricco di anguille, e la riserva naturale di Fenua ai’here con le falesie costiere del Pari. Il tour dell’isola, lungo la strada costiera, corre fra montagne, villaggi e vegetazione lussureggiante. Nell’interno, a Vaipooiri, vi sono grandi grotte, cascate e laghi d’acqua dolce incastonati nelle rocce laviche. Suggestive sono le maestose cascate di Faarumai, il lago Viaihiria e la grotta Maraa. Tahiti, con il suo fascino da paradiso lontano, ha incantato molti scrittori europei e il celebre pittore Paul Gauguin che, durante il suo soggiorno nel villaggio di Mataiea, dipinse molti dei suoi quadri più celebri, alcuni dei quali sono nel museo di Papeari.
 
[codespacing_light_map width="100%" height="400px" show_overlay ="no" zoom="10"]


Read more