REPUBBLICA DI KIRIBATI

REPUBBLICA DI KIRIBATI

Cose da fare - generale

La repubblica delle Kiribati, già nota come isole Gilbert, è uno stato arcipelagico del Pacifico, indipendente dal 1979 (membro delle Nazioni Unite dal 1999). Nel mezzo del Pacifico, a cavallo dell’Equatore e della linea di cambiamento di data, le isole Kiribati (pronunciare: Ki-ri-bas) comprendono 33 isole (tutte atolli, con la sola eccezione di Banaba), disperse su una zona marittima di circa 3.550.000 km2 e spartite in tre arcipelaghi assai distanti tra loro: arcipelago Gilbert, arcipelago della Fenice, e Sporadi Equatoriali (o Isole della Linea).
Solo 21 di queste isole sono abitate in modo permanente. Le Kiribati hanno poche risorse naturali. Vi erano depositi di fosfati, che si sono esauriti già prima dell’indipendenza. La copra e la pesca rappresentano oggi la maggior parte sia della produzione, sia dell’esportazione.
L’acquacultura, dedicata ai pesci d’acquario, è un’attività emergente, ma è senza dubbio il turismo che rappresenta il futuro di questa bellissima catena di atolli circondati da uno splendido mare e bellissime spiagge perennemente tranquille e disabitate.
Le Kiribati sono ancora un luogo remoto poco turistico e difficile da raggiungere, dati gli scarsissimi collegamenti aerei.
Gli abitanti sono circa 100.000, la capitale è Bairiki, sull’atollo di Tarawa.
Tarawa non è un’unica isola, ma un gruppo di isole circondate da un atollo corallino; a parte la zona meridionale, dove le isolette sono collegate da strade rialzate, è necessario spostarsi in barca per visitare i principali siti d’interesse.
L’aeroporto internazionale si trova a Bonriki, nell’angolo sud-orientale dell’atollo.
Numerosi sono i cimeli di guerra, frutto dei feroci combattimenti del novembre del 1943. Tarawa è una delle località più popolose del Pacifico, con una densità di abitanti paragonabile a quella di Hong Kong.
Lingua: principali sono l’inglese e la lingua di Kiribati, il Gilbertese, imparentata con le lingue di Tonga e Samoa.
Fuso orario: 10 ore in più rispetto all’Italia.
Clima: la temperatura varia tra i 25 ed i 33 gradi centigradi. La stagione umida va da dicembre a maggio.
Vestiario: generalmente l’abbigliamento è molto informale. Il clima tropicale e lo stile di vita semplice prevedono capi leggeri pur rimanendo nel rispetto delle tradizioni locali, che prevedono che le donne non usino pantaloncini, vestiti corti e bikini.
Valuta: dollaro australiano.
Vaccinazioni: è richiesta la vaccinazione contro la febbre gialla qualora si provenga da aree infette. E’ opportuno evitare di bere acqua non bollita. E’ diffusa l’epatite e la prudenza è d’obbligo.
Norme doganali: è permessa l’importazione di 200 sigarette o 225 grammi di tabacco, un bottiglia di alcool ed una di vino (non devono eccedere il litro), un binocolo, una macchina fotografica e sei rullini nuovi, una radio portatile ed un walkman.
Curiosità: l’isola di Kiritimati (o Christmas Island) è il più grande atollo corallino del mondo ed è disseminata di oltre 100 laghi o stagni che offrono nutrimento a un enorme numero di uccelli.
Cucina: la cucina locale è a base di pesce e cibi tropicali, diffuse anche la cucina europea e quella giapponese.
Mance: le mance non sono d’uso a Kiribati.

Torna alla pagina precedente

Non ci sono sistemazioni al momento disponibili!

Non ci sono offerte al momento disponibili!

Non ci sono Tour al momento disponibili... contattateci, ve lo organizzeremo!