Tasmania

A sud dell’Australia continentale, la Tasmania è una delle isole più suggestive del mondo: montagne frastagliate, dolci pascoli, fitte foreste secolari e bianche spiagge incontaminate creano il perfetto scenario per una vacanza dinamica o rilassante, a seconda delle vostre preferenze.
Hobart è la storica capitale della Tasmania. Annidata alle pendici del Mt. Wellington, la città ama divertirsi nei quartieri lungo il River Derwent. Barche da pesca, yacht, imbarcazioni secolari e navi da esplorazione dell’Antartico sono attraccate l’una accanto all’altra nel suo porto.

We could not find any location
We could not understand the location
  • - Make sure all street and city names are spelled correctly.
  • - Make sure your address includes a city and state.
  • - Try entering a zip code.
Cerca
Reset

A sud di Hobart si trovano la pittoresca Huon Valley, zona di frutteti e di alberi pregiati, i pini Huon, da cui la valle prende il nome, e lo Hartz Mountains National Park, con foreste pluviali, brughiere alpine e laghi glaciali. Facilmente raggiungibile in traghetto è Bruny Island, una volta base per la caccia alla balena, oggi meta di turisti attratti dalla natura selvaggia, dove è facile avvistare rari uccelli acquatici e i pinguini più piccoli del mondo. A 25 km chilometri da Hobart si trova la storica Richmond. Qui attraverserete il ponte più antico dell’Australia, costruito da detenuti tra il 1823 e il 1825, entrerete nelle celle della Richmond Gaol (1825), la più antica prigione dell’Australia, per conoscere la dura vita dei primi detenuti della colonia penale. Potrete anche visitate il cimitero della più antica chiesa cattolica dell’Australia, St John’s, costruita nel 1836. Per godere al massimo delle bellezze di Richmond bisogna camminare a piedi per le sue strade. Generazioni di artisti ed artigiani sono stati attirati da questa città e troverete esempi del loro lavoro nelle gallerie e nei bar. Nelle vicinanze si trovano i vigneti e le cantine della valle del fiume Coal, origine dei grandiosi vini da uva coltivata in climi freschi.
A pochi chilometri da Hobart sulla costa orientale, la penisola di Tasman, con l’ omonimo parco e la baia di Port Arthur, offre canali, istmi, isolotti, foreste e antiche prigioni. Arrivati nel Tasman National Park, potrete esplorare il parco attraverso sentieri di ogni difficoltà e durata o costeggiarlo con veloci gommoni, scrutando dal basso una costiera alta, frastagliata, color rame. Foche e uccelli marini abbondano ed è anche possibile avvistare balene. A pochi minuti d’auto dal Tasman National Park si trova la baia di Port Arthur, con annesa prigione. Port Arthur è un villaggio cupo, gotico, marchiato per l’eternità dalle durezze patite dai 12,500 deportati che vissero lì segregati dal 1830 al 1877, in condizioni proibitive. Ancora visitabili sono i resti della casa di pena maestosa e spettrale e il cimitero, ancora denso di pathos. La visita è l’ occasione per conoscere singole vicende umane, spesso tristi, qualche volta a lieto fine, raccontate con passione da guide che dichiarano con fierezza la loro discendenza dai prigionieri.
La costa orientale a nord di Hobart è la parte più mite della Tasmania, con bianche spiagge incontaminate lambite da acque cristalline. Potrete raggiungere in traghetto Maria Island un’ altro antico bagno penale della Tasmania. Facendo sosta presso il Freycinet National Park, potrete ammirare l’incantevole Wineglass Bay dalla terrazza che la sovrasta di 250 metri, raggiungibile dal parcheggio di Coles Bay in un’ ora e mezza di sentiero a gradoni. Se cercate una località turistica con spiagge di sabbia bianca, frutti di mare freschi e possibilità di passare il vostro tempo libero su campi da golf, sicuramente vi piacerà Bicheno, a nord della penisola di Freycinet, conosciuta per il suo stile di vita rilassato e per le attività all’aperto. Più a nord si trovano i Parchi Nazionali di Bay of Fires, Mt. William e Douglas Aspley.
La costa nord della Tasmania è caratterizzata da un’alternanza di insenature di medie dimensioni circondate da scogliere bianche e prati di un verde lussureggiante; lunghe strisce di sabbia giallo paglierino protetto alle spalle da dune fitte di cespuglietti colpiti dal vento e da arbusti e piccoli alberi verso l’interno. All’estremità ovest la suggestiva cittadina di pescatori chiamata Stanley si adagia ai piedi di una montagna solitaria piatta e squadrata sopranniminata “The Nut“. Proseguendo lungo la costa verso est si susseguono fattorie, rimesse di barche, porticcioli, campeggi, case di villeggiatura, fino a raggiungere la città di Devonport, la meta di arrivo del traghetto dalla costa dell’ Australia. Da Devomport, attraversando un territorio boscose e collinare in cui appaiono piccoli villagi agricoli di campagna si raggiunge Launceston, seconda città della Tasmania, a due ore a nord di Hobart.
La zona sudoccidentale della Tasmania è ricoperta da un’ infinita foresta pluviale, una rarità, considerando che la Tasmania non è un’ isola tropicale ma a clima temperato: si susseguono, senza interruzione, i parchi nazionali di cui il più importante è quello di Cradle Mountain – Lake St. Clair, dichiarato Patrimonio dell’ Umanità. L’area più accessibile e turisticamente attrezzata è la Cradle Valley, ingresso del parco, percorribile in auto fino al parcheggio del Dove Lake, sovrastato dal picco di Cradle Mountain. Di qui si partono sentieri che offrono varie opportunità per il trekking per diversi livelli di fitness. Da Strahan, l’unica cittadina degna di questo nome della costa occidentale, è possibile esplorare, a bordo di veloci catamarani, l’estuario e il corso del Gordon River. Tra fari, uccelli marini e isolotti, risalirete il fiume e ammirerete il regno del pino Huon, conifera endemica che vive più di 2 millenni, in una foresta pluviale antica di 200 milioni di anni. Qui sorge la piccola Sarah Island, ennesima antica prigione della Tasmania.

Torna all’ Australia

Torna alla pagina precedente
Vedi tutto

Freycinet National Park

1 Hotels0 Proposte0 Tour